Sei avvisi di garanzia per gli attivisti del Comitato provinciale contro gli sfratti

0

Avvisi di garanzia per sei attivisti, tre marocchini e tre italiani, del “Comitato Provinciale Contro gli Sfratti”, responsabili di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamenti, rifiuto di indicazione sulla propria identità e riunione non autorizzata. I Carabinieri del Nucleo Informativo, in collaborazione con il personale dell’Arma hanno notificato i sei avvisi di garanzia a conclusione di una specifica attività investigativa, avviata il 26 ottobre del 2012 a Manerbio, quando, nel corso di un servizio di ordine pubblico per l’esecuzione di uno sfratto decretato dal Tribunale di Brescia nei confronti di una famiglia di origine marocchina, una trentina di aderenti al Comitato hanno organizzato un sit-in di protesta davanti allo stabile e dopo aver sfondato il portone di ingresso, si sono introdotti con forza nell’atrio del condominio investendo il personale di Polizia preposto all’ordine pubblico. Nella circostanza due carabinieri e due agenti della Polizia Locale hanno riportato lievi lesioni. I sei avvisi di garanzia notificato dai carabinieri riguardano tre marocchini di 32, 39 e 43 anni, rispettivamente residenti a Calvisano, Sarezzo e Borgosatollo, nonché tre italiani di 58, 73 e 37 anni, il primo residente a Brescia gli altri residenti a Manerbio.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …era ora !! bravi, è ora che le regole vengano rispettate, oltre ai diritti esistono doveri sacrosanti da rispettare ! non paghi l’affitto ? ho il diritto di sfrattarti se non sei in regola con i canoni , troppo comodo fare i comitati e i comizi dei furbetti dell’affitto , è sacrosanto diritto del proprietario tutelare la proprietà !
    Le problematiche sociali o altre cavillose questioni con le quali sempre si fanno scudo i morosi, non sono di mia pertinenza nè entro nei meriti della questione , per questi casi esiste la caritas , la croce rossa etc. etc., contratto parla, carta canta e basta !

LEAVE A REPLY