Bovezzo si ferma e ricorda quel tragico 2 aprile del 2000

0
Bsnews whatsapp

Quel tragico 2 aprile 2000 la palazzina in via Le Brede a Bovezzo esplose: nello scoppio causato da una fuga di gas persero la vita cinque persone, tra le quali un bambino di sette anni. Per ricordare quell’episodio Bovezzo crea un anniversario  il 2 aprile che verrà celebrato al cospetto del monumento commemorativo nell’omonimo parco comunale alle 18. Durante la manifestazione avrà luogo una lettura scenica a opera del giovane attore locale Filippo Garlanda. Nell’occasione prenderà vita anche il progetto Albero dei cachi «Rinascita del tempo», una iniziativa avviata in Giappone, la cui finalità consiste nel ricercare in tutto il mondo luoghi dove trapiantare pianticelle della seconda generazione di un albero di cachi sopravvissuto al bombardamento di Nagasaki nel 1945. Come scrive il Giornale di Brescia l’Assessorato alla Pubblica istruzione, in collaborazione con l’istituto comprensivo di Bovezzo, ha aderito a tale progetto che prenderà corpo nella mattina di lunedì 8 aprile nella scuola media di via Canossi, alla presenza di una delegazione arrivata appositamente dal Giappone e affiancata dai rappresentanti dell’Ente locale. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI