Movida Carmine, Labolani lancia il “Patto per la notte” e punta ad accontentare tutti

23

“E’ arrivato il momento di scrivere un nuovo patto di civile convivenza, tutti insieme: residenti, esercenti e il popolo che frequenta i luoghi di divertimento del Carmine. Solo con il dialogo si possono risolvere i problemi”. Così l’assessore al centro Storico Mario Labolani scrive nell’introduzione al suo “Patto per la notte”, il nuovo documento presentato questa mattina negli uffici di Contrada del Carmine e redatto dai Fratelli d’Italia “per affrontare e risolvere i problemi emersi da quando il Carmine, da quartiere degradato e solitario, si è trasformato nel principale luogo di divertimento della città”.

DI SEGUITO IL TESTO DEL COMUNICATO:

Scrivere una nuova pagina per la convivenza civile, significa creare insieme il nuovo quadro della città collaborando tutti, non solo per la tutela della quiete pubblica, ma anche per il decoro e l’arredo urbano, al fine di non recare pregiudizio all’interesse generale della vivibilità del territorio e in particolare dei residenti. Gli obblighi riguardano: orari di apertura degli esercizi, pulizia dell’area circostante i locali, presenza di un servizio di assistenza alla clientela per sensibilizzare gli avventori dei locali a non tenere comportamenti pregiudizievoli per il decoro e la quiete pubblica. Per evitare intralci nelle aree adiacenti ai locali, l’accesso ai parcheggi pubblici sarà possibile, mediante la redazione di una convenzione ad hoc, tra i gestori dei locali e la loro clientela. Brescia è una città viva e le tante iniziative, dalle “Notti Bianche” ad altre varie manifestazioni, hanno dato nuovo impulso non solo al Centro Storico, ma anche ad altri quartieri della città. In questo difficile momento, che tutti noi stiamo vivendo, desideriamo comunque che la città si diverta, ma nel rispetto delle regole di un buona educazione civica, con la considerazione e il riguardo sia per i commercianti-esercenti che per i residenti che vogliono vivere tranquillamente nel loro quartiere. E’ di primaria importanza, trovare una conciliazione tra svago, lavoro e quieto vivere, facendo leva sul senso di responsabilità di tutti. Tre sono i punti chiave su cui si basa il patto: la tutela della salute, la prevenzione del degrado e il rispetto dei residenti. Tra le nuove regole annunciate da Labolani anche qualche novità. Prima fra tutte il bicchiere di plastica con cauzione. “Saranno obbligatori per la somministrazione e il consumo all’esterno del locale, avranno il logo dell’esercizio e una volta restituiti, saranno riutilizzabili – ha spiega l’assessore – In questa maniera si contribuirà alla salvaguardia dell’ambiente e alla pulizia dei marciapiedi e delle strade. Inoltre, sarà necessario incoraggiare i gestori delle attività economiche al mantenimento della pulizia e del decoro nel raggio di 10 metri dagli ingressi dei propri locali, favorendo la libera fruizione dei servizi igienici, onde evitare che alcune vie si trasformino in toilette. Inoltre, ai gestori dei locali che rispetteranno il “Patto per la notte”, verrà concessa dal Comune “La Movida in trasloco”, ossia l’autorizzazione all’installazione di chioschi in alcuni parchi. Durante il periodo estivo, in queste aree verdi, potranno essere allestiti eventi musicali o altre iniziative a basso impatto acustico. A tutela della salute, invece, sarà necessario prevedere non solo controlli della Polizia Municipale con etilometro, ma anche iniziative atte all’informazione sull’abuso di alcolici, in collaborazione con i Servizi Sanitari di prevenzione e controllo”.

“Per monitorare l’osservanza del patto – si legge nelle pagine introduttive del documento – sarà istituito un apposito “Tavolo di confronto”, al quale parteciperanno rappresentanti del Comune, degli esercenti, delle associazioni di categoria e dei residenti”. L’adesione al “Patto per la notte” consentirà inoltre l’acquisizione di un bonus di 20 punti, ma alla trasgressione degli obblighi assunti mediante tale adesione, saranno commisurate sanzioni graduali con la decurtazione di un corrispondente punteggio dal bonus iniziale. E ancora, la perdita totale del punteggio, comporterà la riduzione dell’orario di apertura dell’esercizio. I punti decurtati, potranno essere recuperati con la partecipazione ad iniziative relative al decoro e all’arredo della città. “Questa non vuole essere un’idea occasionale – ha concluso Labolani – ma una seria proposta che desidererei fosse inserita nel nuovo programma elettorale del centrodestra per il 2013, e discussa in Commissione Consiliare Commercio, prima della fine del mandato. Sono sicuro che anche il sindaco Adriano Paroli condividerà questa mia linea d’intervento". In caso contrario comunque, "il documento è già stato consegnato a tutti quei cittadini che adesso stanno pensando di intervenire per affrontare e risolvere le problematiche di vivibilità nel nostro Carmine”.

Comments

comments

23 COMMENTS

  1. Egregio signor, dottor, professor, assessor, Labolani da dove viene questa grande pensata? Da notti e notti insonni da lei passate pensando alla possibilità di perdere alle AMMINISTRATIVE? Ha avuto anche Lei la fortuna, come noi abitanti del Carmine, di provare l’esperienza del non dormire? Vi è’ una grande differenza che noi non dormiamo da anni, che noi siamo esausti, che noi se solo avessimo l’istinto dell’incivilta’ avremmo già buttato secchiate e secchiate di acqua, e non solo, sugli avventori. ma pazientemente siamo stati a guardare, pazientemente siamo stati speranzosi aspettando i che il Sindaco prendesse dei provvedimenti.E invece…. niente. Il Sindaco e’ in Terra Santa e porterà, come detto, tanti biglietti dei suoi amici al muro del pianto ma non le implorazioni di un quartiere umiliato, schiacciato, ……. È guarda caso, proprio mentre il Sindaco è via Labolani si sveglia e parla anche per gli altri. Tutto questo quando il programma per l’estate degli esercizi della Movida è già stato approvato "purtroppo&quot ; da questa Amministrazione e "purtroppo&quot ; si parla di un programma fittissimo di feste in strada.

  2. Perché nel comunicato sui giornali parla di dare la possibilità di utilizzare i parchi ma in quelli menzionati non appare il parco Castelli? Cos’è che come si è già espresso il sindaco Mompiano è un quartiere residenziale e quindi non va disturbato. A me più che quartiere residenziale Mompiano sembra un dormitorio e quindi un bel po’ di Movida ci sta bene. O, come qualcuno mi ha detto, vicino al Parco Castelli ci abita il Sindaco? Mi è stato pure riferito che al Parco Castelli c’era un chiosco gestito da ragazzi che funzionava molto bene ma che avete fatto chiudere perché superava i decibel previsto per legge.

  3. Ma cosa ce ne facciamo di questa proposta di Labolani inserita nel programma elettorale di Adriano Paroli. Nel precedente programma (un opuscolo fatto di tante pagine e tantissime parolone) Il Sindaco in carica si proponeva di abbattere l’inquinamento acustico per la tutela della salute del cittadino purtroppo è avvenuto il contrario. quindi caro Labolani a Voi più nessuno ci crede.

  4. io certamente voto PAROLI…..GIANFRANC O NATURALMENTE!!! è l’unico modo per vedere cessata la movida, basta prese in giro!

  5. Egregio Sig Labolani, nessuno vuole insultarla.
    È assurdo che una persona come lei ( Assessore del Comune di Brescia) non riesca a capire (o non voglia capire) il cuore del problema.
    Lei (se è suo compito e non di altri suoi colleghi) dovrebbe fornire ai residenti una sola risposta:
    Perché è consentito a centinaia se non migliaia di persone di occupare impropriamente il suolo pubblico impedendo alcun tipo di passaggio. Ed e’ questo lo "stato delle cose" che crea un rimbombo (vista la conformazione delle vie) che rende insopportabile stare nelle proprie case (oltre altri eccessi dei maleducati che aumentano a dismisura).
    In autostrada vige il limite di 130 km orari. Se qualcuno continua ad andare sistematicamente a 200 all’ora e viene pizzicato, non si può stipulare un patto. Il limite di 130 esiste 24 ore al giorno e deve esser rispettato (e soprattutto FATTO RISPETTARE) 24 ore al giorno.
    Nel caso della MOVIDA La invito ad andare a ripassare il codice della strada, il Regolamento comunale e le leggi in materia di schiamazzi notturni.
    Tutto il quartiere e’ in fermento e la gente e’ già esasperata. Chissà cosa succederà con la bella stagione.
    Un’ultima cosa: si ricordi che le persone vanno rispettate. e nel quartiere del Carmine abitano delle persone (e non degli animali). Perché’ noi residenti siamo considerati e trattati peggio delle bestie.
    Mediti su queste parole e cerchi di restituire un po’ di tranquillità ma soprattutto di dignita’ a chi vive nel quartiere.
    Solo così’ riacquisterà un po’ di credibilità invece di rendersi ridicolo.

  6. Egregio Sig Labolani, nessuno vuole insultarla.
    È assurdo che una persona come lei ( Assessore del Comune di Brescia) non riesca a capire (o non voglia capire) il cuore del problema.
    Lei (se è suo compito e non di altri suoi colleghi) dovrebbe fornire ai residenti una sola risposta:
    Perché è consentito a centinaia se non migliaia di persone di occupare impropriamente il suolo pubblico impedendo alcun tipo di passaggio. Ed e’ questo lo "stato delle cose" che crea un rimbombo (vista la conformazione delle vie) che rende insopportabile stare nelle proprie case (oltre altri eccessi dei maleducati che aumentano a dismisura).
    In autostrada vige il limite di 130 km orari. Se qualcuno continua ad andare sistematicamente a 200 all’ora e viene pizzicato, non si può stipulare un patto. Il limite di 130 esiste 24 ore al giorno e deve esser rispettato (e soprattutto FATTO RISPETTARE) 24 ore al giorno.
    Nel caso della MOVIDA La invito ad andare a ripassare il codice della strada, il Regolamento comunale e le leggi in materia di schiamazzi notturni.
    Tutto il quartiere e’ in fermento e la gente e’ già esasperata. Chissà cosa succederà con la bella stagione.
    Un’ultima cosa: si ricordi che le persone vanno rispettate. e nel quartiere del Carmine abitano delle persone (e non degli animali). Perché’ noi residenti siamo considerati e trattati peggio delle bestie.
    Mediti su queste parole e cerchi di restituire un po’ di tranquillità ma soprattutto di dignita’ a chi vive nel quartiere.
    Solo così’ riacquisterà un po’ di credibilità invece di rendersi ridicolo.

  7. Dimenticavo,
    buona Pasqua assessore e festeggi bene domani perché a maggio i vostri festeggiamenti saranno molto magri

  8. Grazie per avermi preso in considerazione. E’ assurdo quando mi sono firmato nei vari esposti nessuno mi ha mai preso in considerazione ora che sono anonimo scopro di avere dato fastidio. Per quanto riguarda la concorrenza con i locali del Parco Castellli mi auguro che abbia contato fini a cento prima di rispondere perché la sua risposta e’ alquanto ridicola. Mi scusi ma i numerosi esercizi che stanno aprendo qui al Carmine non sono concorrenza? E il vendere l’aperitivo alla Modica cifra di 2 euro non è concorrenza? Non fare scontrini non è concorrenza sleale? È chi più ne ha più ne metta. Ancora più riluttante e’ avere preso una posizione, non per noi povera gente, ma perché avete paura di perdere le elezioni. E allora cosa gli dico che ora e sempre Gianfranco Paroli

  9. Questi signori sono stufi di ricevere insulti noi del Carmine siamo stati privati di tutti i nostri diritti, ci hanno venduto perché pensavano di avere trovato l’uomo di Colombo, ci hanno beffeggiato e questi poveretti per una decina di polemiche sono stufi e vogliono che ci identifichiamo. Ma è perché avete scoperto l’Uovo di Colombo che il Sindaco ha adottato come gadget tante variopinte Uova? ma che sorpresa nascondo forse la fotografia del fratello?

  10. Un consiglio all’Assessore Labolani.
    Perché’ non spostare la MOVIDA in Piazza Loggia, in modo tale da consentire a tutti i componenti della Giunta Comunale e dei Consiglieri Comunali di assaporare il gusto dei benefici che porta.
    La piazza ha il lay out ottimale. Potrebbero essere collocati chioschi mobili (come Piazza Mercato).
    Inoltre , per andare incontro e soddisfare i bisogni degli avventori, sotto il porticato predisporre cabine riservate per urinare, defecare, vomitare, drogarsi e magari ….. (Facendo una convenzione e spostando le donnine che svolgono il lavoro più antico del mondo in Vicolo Diagonale 6).
    Non è una bella idea???

  11. un assessore deve dare rispetto ai cittadini che amministra, Lei è offensivo nei confronti di chi la critica, se non le piaccione le regole del gioco di questo giornale on line faccia a meno di intervenire e leggere i commenti…. alcuni, e quest’anno saranno meno, anonimi cittadini l’hanno votata! E’ vero che a una giunta che favorisce il non dormire di un quartiere non c’è da chiedere rispetto, ma ce lo ricorderemo bene a fine maggio!

  12. Il livello di infamia raggiunto dalla movida con la diffusione di decine di foto pornografiche, nella notte tra mercoedi’ e giovedi’, in prossimita’ della scuola elementare Calini dovrebbe indurre tutti alla ribellione morale. Invece, tra una bevuta e l’altra, c’ e’ il rischio che tutto passi sotto silenzio. Non lo si puo’ permettere, perche’ al Carmine non si era mai arrivati a tanta bassezza.

  13. Ottimo spunto: istituire anche un "Patto per la Loggia" con un bonus di 20 punti da decurtare agli assessori che trasgrediscono, con idee folli e sperpero di denaro pubblico, il mandato loro affidato dai cittadini. Se ci fosse stato, come sarebbe messo il povero Labolani ? Pensilina demolita: 5 punti in meno, ricollocaizone del Bigio 3 punti in meno, teatro dei burattini in Largo Formentone 2 punti in meno…

  14. boh! un po’ di sincerità!
    1) gli affitti di questi locali però li prendete o sbaglio?? se affitto i miei muri ad un bar posso immaginare che se questo lavora si crei del rumore dovuto agli avventori dello stesso.. non mi sembra difficile da capire e non credo che i proprietari dei muri dei vari locali del carmine siano alieni.. saranno abitanti della zona..
    2) il fatto che la zona abbia ripreso economicamente valore rispetto al passato e che sia fra le più richieste del centro però vi va bene o sbaglio??
    3) l’amministrazione ha sicuramente gestito male la cosa ma è solo l’ultimo di una serie di errori di quest’amministrazion e! e chi l’ha messa a governare la città??? gli alieni?? no, VOI!
    4) pochi anni fa vi lamentavate per il fatto che c’era delinquenza, degrado, desolazione e drogati nella zona del Carmine o no??
    5) se la gente che frequenta la zona è incivile facciamoci tutti delle domande.. sono i VOSTRI e NOSTRI figli mica alieni!! se sono maleducati e incivili forse è perchè sono stati educati così!
    6) i vigili fanno costantemente multe ai babbei che parcheggiano le auto dove non si può! cos’altro dovrebbero fare?? internarli in un gulag??
    7) i locali prendono già multe salate per una discutibile responsabilità oggettiva dovuta al disturbo della quite pubblica.. cos’altro dovrebbero fare mettere la museruola ai clienti??
    8) abito di fronte ad una chiesa, suonano le campane a canna ad ogni ora del giorno 7 giorni su 7, da decenni il sabato sera e la domenica mattina c’è casino ed il parcheggio è selvaggio dovuto a schiere di fan che vanno a ripulirsi la coscienza. Cosa faccio?? butto secchiate di acqua addosso alle vecchie e agli ipocriti che la frequentano?? muro il portone della chiesa?? piango, chiamo il sindaco e il Papa e faccio spostare le messe quando io non sono a casa???

    Il problema "movida" non esiste per il semplice fatto che avvengono da sempre da che mondo è mondo e la soluzione è il buonsenso! Se la zona in cui abito non mi aggrada più, per mille motivi, prendo e mi sposto altrove! La gente lo fa da sempre! La realtà è che la parte dei residenti del Carmine che si lamenta di questa situazione crede semplicemente di avere più diritti degli altri cittadini, fa la voce alta e porta la questione da mesi sulle pagine dei media per il semplice fatto che ci abita il fratello del Sindaco… Come sempre in questo paese si cerca di far vigere la sindrome di Nimby e la regola "Io sono io e voi non siete un c…"

  15. Credo che il nome che ha dato al suo intervento sintetizzi bene la domanda che, probabilmente i lettori si pongono dopo averlo letto: " dove sta la logica in questo intervento?". Complimenti per la capacita’ di sintesi.

  16. Il suo discorso e’ oserei dire inquietante. Inquietante sostenere questo discorso per il diritto dei bar ad essere incivili e così gli avventori. Sappia che il grado di clientela rispecchia esattamente l’impronta che l’esercente vuole dare al suo locale. Basta guardarsi un po’ in giro che si nota: Ziliolii, Bicelli, la Veneto, la Piadinerianin Via Porta Pile, e come loro tanti altrimenti locali non si abbasseranno mai a tanto marciume, Per quanto riguarda la Chiesa che disturba, caro signor Boh, c’è una bella differenza perché le Chiese fanno parte di una tradizione millenaria e quindi so che se andrò ad abitare vicino ad una Chiesa (vale per le scuole o per gli oratori) e non voglio essere disturbato dalle Campane sono un …….. Sempre che il mio intento non sia quello di fare battaglia alle Chiese. Se invece io ho sempre abitato in questo quartiere e un giorno mi svegllio assediato dalle INVASIONI BARBARICHE sono vittima e, siccome la casa non è uno straccio che quando è usurato lo butto, mi difendo da questa mia intrusione. Caro Signor Boh il suo discorso ha ben rappresentato il grado di prepotenza sia di questi gestori che di questi avventori. Non vado oltre perché non ci sono parole…….

  17. Mi rivolgo in prima persona al Signor Labolani perché ho visto che legge quanto scriviamo. Egregio signor Labolani Le consiglio di leggere attentamente o meglio di riflettere (non come quando ci risponda) quanto Boh ha scritto perché è l’esatta copia del popolo della Movida. E’ questa l’impronta di pensiero che volete dare alla città? Noi abitanti del Carmine siamo cresciuti con il rintocco delle Campane, le Campane scadenziavano la nostra giornata e se le campane suonano a lutto sappiamo che qualcuno di noi è morto. Ora le campane dovrebbero suonare giornate intere perché è morta la dignità degli abitanti del Carmine. la guerra non la faremo alle campane ma a chi ci ha tolto la dignità e la libertà non ci sentiamo più persone ma bestie o peggio. Speriamo che la Pasqua di Risurrezioni segni una resurrezione anche per noi. A coloro che sono tornati dalla Terra Santa chiedo di prendersi cura anche del nostro Calvario non solo di quello di Gerusalemme. Il sindaco e andato 7 volte in Gerusalemme: e un vanto ? nel nostro quartiere 0 volte in città ……

  18. Chi vuole l’inciviltà e soprattutto la promuove è il primo ad essere incivile! Se fosse una persona civile la contrasterebbe con tutte le sue forze. La politica purtroppo rispecchia la società e questa ne è la prova…
    Capito assessore?

  19. tav via toscana,amianto sotto la brebemi,pcb,caffaro, pm10,doppi incarichi dei consiglieri,scandalo mostre,carte di credito ballerine nella giunta comunale,serrande abbassate,discarica amianto buffalora,casa pound,bigio,bonus bebè razzista,alfa acciai san polo,cementificazion e abnorme,migliaia di case vuote con famiglie sfrattate,parcheggio sotto il castello,inceneritor e,differenziata a livelli molto bassi,erba che non si può calpestare,campi che non si possono coltivare ecc… però il vero problema di Brescia è la "movida"

  20. tutte emergenze quelle che hai citato più o meno che approvo, ma ciò non toglie che centinaia di cittadini sono vessati dalla situazione della movida. E’ una emergenza creata da questa giunta e che non doveva nascere……prova ad abitare sopra uno dei locali e vedrai che se non dormi per mesi interi la vera emergenza è questa!

  21. Non è il problema: è solo un problema in più, che si può facilmente risolvere applicando le regole che ci sono. si dovrebbe tacere solo per la solita logica del ”benaltrismo”? Applicando questo metodo non si viene a capo di nulla, perchè individuato un problema, si può sempre dire che ce ne sono ben altri.

LEAVE A REPLY