L’assessore Vilardi attacca la trasmissione di Rai3: “Allarmismo gratuito”

14

Sul caso Caffaro l’assessore all’Ambiente Paola Vilardi ci tiene a sottolineare come l’impegno della vecchia e della corrente amministrazione non sia mai mancato. L’Assessore accusa la trasmissione  «Presadiretta»  di aver "contribuito a gettare nello sconforto e nella paura i cittadini bresciani" senza per altro aver trasmesso l’intervista da lei rilasciata e nemmeno quella dei dirigenti dell’Asl. Sottolinea come la situazione sia complessa e aggiunge, scrive il Bresciaoggi, che "molto probabilmente se fosse stato possibile per il Comune di Brescia agire in autonomia e con normative diverse, non dico che si sarebbe risolto il problema ma avremmo sicuramente accelerato il provvedimento amministrativo". I fondi destinati alla bonifica erano quei 6 milioni che erano stati sbloccati dal Ministero ma che poi si sono arenati per il patto di stabilità. Ora la palla passa alla Regione che, a elezioni avvenute, dovrebbe agire.  Sul monitoraggio delle patologie l’Assessore chiarisce che "Non è competenza del Comune Il sindaco risponde dopo che l’Asl gli ha indicato la strada" e conclude ritenendo prioritario rassicurare i cittadini senza fare dell’allarmismo.

Comments

comments

14 COMMENTS

  1. Il ruolo dell’ASL è certamente importante soprattutto per come e quando ha condotto le analisi epidemiologiche ma anche per la composizione del campione di cittadini, con PCB nel sangue, oggetto del monitoraggio. Tali analisi, si legge sulla rete, furono affidate prima all’Istituto Maugeri e solo successivamente ad esperti dell’Università di Brescia. Se le istituzioni sono tranquillizzate o non allarmate da rilevazioni scientifiche, i comportamenti amministrativi possono esserne influenzati ? Da ultime, sono da leggere le motivazioni di archiviazione dell’indagine penale da parte della magistratura inquirente. E’ tutto così convincente ?

  2. Dimissioni immediate per chi non é competente sui danni ambientali da PCB.

    Mi aspetto anche le dimissioni di Corsini da senatore per non essere stato in grado di costituirsi parte civile contro la Caffaro.
    Se non lo fa, col c***o che voto PD.

  3. Secondo me occore una indagine sugli effetti del PCB sul cervello umano. Potrebbe venire fuori che provoca la fuoriuscita dalla bocca di grandissime stupidaggini. Meglio indagare. Farò un autotest.

  4. La trasmissione di Rai3 ha il grande merito di aver dato una scossa ad un problema che non può e non deve essere trattato come un normale problema. E’ una EMERGENZA. Servono azioni immediate e straordinarie, non il solito scaricabarile con i tempi tipici della politica autoreferenziale. Di PCB si muore, perchè tenerlo nascosto e minimizzare i risultati delle analisi come ha fatto l’Asl? Che strada può indicare un organismo che trova dei valori neanche immaginabili in una persona, rifiuta di comunicarli al diretto interessato, ma preferisce pubblicarli in forma anonima sulle riviste internazionali? Cosa significa rassicurare i cittadini senza fare allarmismo? Minimizzare? Insabbiare?Rassegnar si all’idea che sia normale vietare ai bambini il correre nei prati? Io non trovo una sola parola rassicurante nell’intervento dell’assessore. L’insulto finale sul fatto che molto probabilmente il problema sarebbe già stato risolto se si fosse stata intrapresa una strada diversa, è un’offesa all’intelligenza ed alla sensibilità di chi convive da decenni con la morte sotto casa.

  5. Me si vergogni l’assessore invece di fare queste dichiarazioni. Come cittadini residenti nella zona Caffaro abbiamo chiesto che l’ordinanza restrittiva che è pubblicata sul sito del comune venisse affissa in quartiere (o inviata per posta a tutti) perchè la popolazione cambia e c’è anche chi si trasferisce qui e non ne sa nulla ma ci è stato risposto che "non è il caso di allarmare la popolazione!". I cartelli che suggeriscono le pratiche di comportamento nei parchi sono spariti per lungo tempo e c’è voluto un anno per farli rimettere e son stati rimessi in maniera vergognosa spesso affissi in zone nascoste e quindi pressochè inutili! Sulla questione che non sia competenza del sindaco vorrei ricordare all’assessore che il sindaco è "GARANTE DELLA SALUTE PUBBLICA e l’ASL ha indicato da tempo una strada da seguire ma i cittadini solo lasciati soli e nessuno li informa del pericolo costante e per nulla invariato negli anni e questo è compito del SINDACO! I cittadini non vanno rassicurati vanno informati perchè possano difendersi dal veleno in cui sono immersi e spero che l’assessore non voglia mettersi a minimizzare i rischi legati al PCB o la sommergeremo di documentazione scientifica…sempre che sia in grado di comprenderla, a questo punto il dubbio sorge spontaneo!

  6. ricordo quanto successo in cina (paese spesso criticato dai nostri politici e considerato incivile) per la faccenda del latte che ha avvelenato e ucciso parecchi bambini anni fa: pena esempare per i responsabili e corresponsabili (autorità pubbliche) che erano a conoscenza del problema.ricordo quanto successo in cina (paese spesso criticato dai nostri politici e considerato incivile) per la faccenda del latte che ha avvelenato e ucciso parecchi bambini anni fa: pena esempare per i responsabili e corresponsabili (autorità pubbliche) che erano a conoscenza del problema.

  7. Ecco una così è proprio quello che ci vuole per dimostrare che in politica ci finiscono non solo delle persone incompetenti a ricoprire tale incarico, come ci ha dimostrato la povera assessora con la sua esternazione, ma a altresì evidenziato penosamente che se se ne fosse stata zitta avrebbe evitato indirettamente di prestare soccorso a chi come Corsini in questo modo se ne può uscire con le responsabilità divise al 50%.

  8. Sig.a Vilardi, ammesso e non concesso che RAI3 abbia fatto allarmismo, mi pare che i dati relativi alla presenza del PCB nel sangue dei Bresciani siano inconfutabili: per non generare ulteriori preoccupazioni cosa ne dice di passare latte in polvere gratis a tutti i neonati della zona Caffaro? Solo così … in segno di solidarietà con chi si è fatto spaventare da quello che dice la TIVVU.

  9. I Grillini hanno difetti che non sono i loro, non avendo un loro pensiero. I difetti sono quelli del solo che pensa, in un modo che non condivido, ma pensa: Grillo ( con Casaleggio); gli altri sono altoparlanti.

LEAVE A REPLY