Nomine sanità, Alfieri e Girelli (Pd): la giunta Maroni mantiene il metodo della lottizzazione

0

La Giunta regionale, su proposta del presidente Roberto Maroni, ha nominato i  commissari delle sette Aziende ospedaliere e Asl nelle quali, per varie ragioni, era vacante il posto di direttore generale. I commissari restano in carica fino alla nomina del nuovo direttore generale. Il loro incarico non può comunque superare i 12 mesi.  Immediati i commenti. “La giunta Maroni ha deciso di mantenere il metodo della spartizione dei vertici della sanità lombarda”. Lo dichiarano Alessandro Alfieri, capogruppo del Pd in Regione, e Gian Antonio Girelli, responsabile sanità del Pd lombardo, dopo aver letto il comunicato della giunta regionale in merito alla nomina di sette commissari delle Asl e delle aziende ospedaliere lombarde rimaste senza guida. “La sanità lottizzata per partiti e per correnti ha già dato pessimi frutti – dichiarano – e sorprende che la si voglia perpetuare. La nostra proposta è già sul tavolo: abbiamo messo a disposizione un progetto di legge per cambiare la modalità di nomina, con l’introduzione di una commissione indipendente che valuti i curricula senza influenze dalla politica. Se c’è la volontà politica di cambiare metodo il Consiglio la può approvare in tempo per le nomine di dicembre”.

Queste le nomine:

– Ao Niguarda Marco Trivelli

– Asl Monza e Brianza Matteo Stocco

– Asl Sondrio Paolo Grazioli

– Asl Varese Stefano Taborelli

– Ao Valtellina Valchiavenna Giuliano Pradella

– Ao San Gerardo Monza Simonetta Bettelini

 

– Ao Spedali Civili di Brescia Ezio Belleri. (Ln).

Comments

comments

LEAVE A REPLY