Milano, in attesa del Salone del Mobile un viaggio tra i tarocchi e il MiArt

0
Bsnews whatsapp

Il conto ala rovescia è partito: mancano infatti pochi giorni all’apertura dell’edizione 2013 del Salone del mobile di Milano che apre i battenti il 9 aprile e che terrà compagnia fino al 14. Il quartiere espositivo di Rho diventa il punto di incontro per aziende, creativi e imprenditori provenienti da tutto il mondo. Ad eccezione del SaloneSatellite (sempre aperto con ingresso gratuito), l’accesso al pubblico è consentito solo sabato e domenica. Ma nel resto della settimana, si potrà scegliere tra le innumerevoli iniziative del Fuori Salone, l’evento collaterale che coinvolge l’intera città. "Tra fare artigianale e pensare industriale", questo il tema del Fuorisalone 2013. Il Brera Design District prende vita dal 9 al 14 aprile con un ricco calendario tra mostre e workshop. Tra i tanti eventi un percorso guidato tra le botteghe di Brera, lo show di interior design DesignJunction alla Pelota, la mostra sull’architetto milanese Marco Zanuso, le installazioni interattive Visionica-LabofLabs ospitate nella Mediateca Santa Teresa della Biblioteca Braidense e, a chiusura, la Brera Design Night, la notte bianca del quartiere che, il 12 aprile, vedrà l’apertura degli showroom fino alle 24 e sorprese ad animare vie e piazze. Anche via Tortona si anima per l’evento e al civico 27 nello spazio Superstudio Più  va in scena il "Temporary Museum for New Design" che ospiterà, dal 9 al 14 aprile, anche  David Trubridge e le sue nuove installazioni. Attesissima anche la mostra annuale del Triennale Design Museum,"La sindrome dell’influenza", che coinvolge i progetti site-specific di 22 designer italiani e internazionali per indagare metodi e processi con cui la creatività italiana si è espressa nel design dal dopoguerra a oggi.

In attesa del 9 aprile, intanto, vale la pena fare un giro a Milano per godersi la mostra alla Pinacoteca Brera dedicata ai tarocchi: è infatti l’ultimo fine settimana per vedere dal vivo il magico e "maledetto" mazzo, realizzato dalla bottega cremonese di Bonifacio Bembo tra il 1442 e il 1444 circa per il duca di Milano Filippo Maria Visconti. Un evento imperdibile visto che per ragioni conservative, legate al materiale costitutivo (cartoncino pressato, rivestito di un sottile strato di gesso, con foglia d’oro o d’argento e coloritura a tempera), i tarocchi non possono essere esposti con continuità. A fare corona ai tarocchi dei due mazzi bembeschi presenti in mostra – quello di Brera e quello dell’Accademia Carrara di Bergamo – sono esposte, grazie alla disponibilità e generosità dei prestatori, alcune significative opere, selezionate per tentare di delineare, alla luce delle più recenti riflessioni critiche, le scelte espressive dei vari fratelli.

Inoltre questo week end c’è l’appuntamento con MiArt, la Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ospitata nel padiglione 3 di Fieramilanocity (ingresso da Viale Scarampo – Gate 5). Un evento dal respiro internazionale, suddiviso in quattro sezioni: Established (gallerie d’Arte moderna e contemporanea), Emergent (realtà giovani), THENnow (coppie di artisti di differenti generazioni a confronto), Object (dedicata al design e alle edizioni limitate). Non mancheranno eventi, talk, conferenze e dibattiti con professionisti. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI