Corsini: “Sul caso Caffaro la mia Amministrazione ha fatto tutto ciò che era in suo potere”

0

Hanno la coscienza a posto e dichiarano di aver fatto tutto il possibile il sindaco Paolo Corsini e l’ex assessore all’Ambiente Ettore Brunelli in merito al caso Caffaro. Corsini è irritato per come è stata trattata la questione nell’inchiesta di Presa Diretta: "Io e Brunelli in diverse ore di intervista avevamo spiegato tutto ciò che l’amministrazione aveva fatto per arginare il problema. Ma non ne è stato dato conto". L’ex sindaco ricorda i 3,5 milioni di euro spesi dalla Loggia dal 2001 al 2008 per togliere la tassa rifiuti ai residenti nella zona inquinata e per finanziare studi epidemiologici (Asl) e sulle matrici ambientali (Arpa). Inoltre ricorda i  3,9 milioni finanziati per metà dal ministero del Tesoro e per metà da quello dell’Ambiente per iniziare una caratterizzazione dell’area e la sua bonifica. Anche Brunelli, riporta il Corriere, ribadisce il ruolo del Comune nella battaglia: "Abbiamo costretto la Caffaro ad emungere i 10milioni di metri cubi di acqua all’anno e depurarli; per questo la Caffaro è stata costretta a spendere 1,5 milioni di euro e ogni anno la nuova azienda che lavora nel sito ne spende altri 500mila per mantenere in funzione il sistema di filtraggio". Il punto irrisolvibile è però la montagna di terra inquinata (30milioni di metri cubi) presente sotto la Caffaro che è impossibile da bonificare completamente.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …comodo lavarsene le mani adesso!!! E per 10 anni nulla più???
    Il sig. Corsini vada a risentire il perchè NON si è costituito, con il comune parte civile in NESSUN processo!!! Si risenta bene il filmato messo in onda Domenica e poi si faccia un sano esame di coscienza!!!
    Tutti voi politici dovete solo VERGOGNARVI su quello che potevate fare e non avete fatto e purtroppo per IGNORANZA PURA NON fate!!!
    VERGOGNATEV I!!!

  2. Caro Simon73 se tu ascoltassi la conferenza stampa e leggessi i giornali sapresti benissimo il perchè il comune non si è costituito parte civile….e sapresti che in tal modo non solo non ha perso una causa ma non ha nemmeno buttato via soldi inutili in tale causa. Il reato era prescritto e come tale non piu perseguibile. Tant’è che gli stessi cittadini che si sono costituiti non hanno cavato una ragno dal buco. INFORMATI invece che fare semplice polemica.
    Cmq le ragioni sono ampiamente spiegate qui nell’analisi dell Avv di Stato Montagnoli su dialogando.blogattiv o.net

  3. In 12 anni NON si è fatto NULLA!!! Lei lo trova normale in una società che si reputa democratica??? Credo proprio che in questa nazione valgano SOLO le chiacchiere e NON i fatti. In 12 anni NON si è fatto nulla per proteggere la salute della gente e questo è ASSURDO!!!
    Se poi lei continua e vuole ragionare da burocrata lo faccia pure, arriveremo tra 30 anni senza aver fatto NULLA!!!
    BRAVI, continuiamo così!!!

  4. In sostanza dovremmo dirgli grazie? Ah, ha avuto il merito di esentere dalagamento della tassa per i rifiuti le vittime della Caffaro! Di più’ non avrebbe potuto fare? Allora si merita un premio: propongo che venga candidato per un seggio in Parlamento. C’e ‘ gia’ in Parlamento? Chissa’ cos’altro potra’ o non potrà ‘ fare.In sostanza dovremmo dirgli grazie? Ah, ha avuto il merito di esentere dalagamento della tassa per i rifiuti le vittime della Caffaro! Di più’ non avrebbe potuto fare? Allora si merita un premio: propongo che venga candidato per un seggio in Parlamento. C’e ‘ gia’ in Parlamento? Chissa’ cos’altro potra’ o non potrà ‘ fare.

  5. abbiamo perso la capacitá di ragionare. ci si scaglia contro "i politici" a priori, senza nemmeno conoscere il problema, lasciandosi prendere da istinti di pancia, convinti che urlando si guadagna ragione.

  6. Evidentemente non avete ne sentito la confeerneza stampa, nè letto i giornali locali, nè quelli nazionali…ma ancor peggio non vi siete documentati autonomamente..Contr o questo certo non posso discutere…
    Oltret tutto…
    1. la competenza alla bonifica è del ministero dell’ambiente non del comune
    2. Pcb è dichiarato cancerogeno dal 2013 (febbraio) e per un tumore il melanoma che non ha nessun aumento di incidenza a Bs e che nella trasmissione infatti nemmeno hanno citato. Dunque le misure prese per la protezione e la bonifica sono avvenute ancor prima che si sospettasse qualsiasi rischio.
    3. I tumori citati nella trasmissione hanno ugual incidenza in tutta la provincia…e non sono legati al PCB
    4. La contaminazione è solo alimentare, pertanto la misura migliore per i cittadini era interromepre la catena alimentare…cosa che è stata fatta…Poi se nella trasmisssione vi raccontano che i bambini non devono camminare sull’erba….vi prendono in giro…
    5. Nonostante questi dati il comune (non il ministero…..) ha investito 7, 2 milioni di euro….finanziando bonifica, ARPA, ASL e iniziative locali e mondiali (sono venuti qui anche gli studiosi di anninston….) per studiare e approfondire il problema.
    6. Dove eravate in questi 12 anni in cui si discuteva del problema????????
    7. La vergogna è l’ignoranza…questa sì che inquina la società civile…

LEAVE A REPLY