La Rete Antinocività chiede uno specifico assessorato per affrontare l’emergenza Pcb

0
Bsnews whatsapp

(a.c.) Si tratta di un’emergenza e va affrontata come un’emergenza, partendo dall’istituzione di uno specifico assessorato all’ambiente che si occupi solo di quello. E’ quanto chiede alla futura amministrazione la Rete Antinocività Bresciana.

Gli attivisti ieri hanno organizzato un presidio davanti ai cancelli dell’assessorato di via Marconi, accompagnati da alcuni genitori di alunni che frequentano la primaria Deledda, preoccupati per la salute dei loro figli. Scopo del nuovo presidio, oltre a quello allestito fuori e dentro Palazzo Loggia durante il Consiglio Comunale (http://www.bsnews.it/notizia.php?id=24162) è quello di sollecitare lo sblocco di 6 milioni di euro (fermi in Regione) per l’inizio delle operazioni di bonifica, e richiamare l’attenzione sull’importanza di avere a Brescia un assessore che si possa dedicare a tempo pieno all’emergenza pcb. Paola Vilardi ora ha la delega anche per Edilizia e Urbanistica. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI