Ant accreditata in regione Lombardia, stamattina la firma della convenzione con Asl

0
Bsnews whatsapp

E’ stata firmata a Brescia la convenzione tra Azienda Sanitaria Locale "ASL di Brescia" e Fondazione ANT Italia Onlus, la più ampia realtà non profit del nostro Paese per l’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai malati oncologici, con 3.732 pazienti assistiti ogni giorno in 9 regioni italiane. La firma della convenzione – presentata questa mattina a Brescia nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato tra gli altri Viviana Beccalossi, Assessore al Territorio Regione Lombardia, Carmelo Scarcella, Direttore Generale ASL di Brescia, Adriano Paroli, Sindaco Comune di Brescia e Fabio Rolfi, Consigliere Regione Lombardia – è il risultato dell’accreditamento di ANT in Regione Lombardia per l’assistenza domiciliare nel campo delle cure palliative. "La convenzione con il servizio sanitario raggiunge due importanti obiettivi – sottolinea Raffaella Pannuti, Presidente ANT – il primo è garantire al sofferente e alla sua famiglia delle dimissioni protette, all’interno di un percorso segnato tra pubblico e privato, il secondo di non lasciare soltanto alla generosità delle persone un diritto, quale l’assistenza domiciliare, sancito dalla legge". Il referente ANT di Brescia Andrea Longo ha voluto ricordare come "Negli ultimi 4 anni le famiglie che hanno scelto ANT sono aumentate in maniera esponenziale, complice il buon lavoro della nostra équipe sanitaria, l’attività divulgativa svolta dal nostro staff promozionale, dai tanti e instancabili volontari, e il grande sostegno di enti pubblici di Brescia e provincia, che incoraggiando ogni nostra iniziativa hanno permesso di farci conoscere ad un sempre maggior numero di cittadini". Andrea Longo infine ha voluto ringraziare le istituzioni presenti: "Regione Lombardia, Comune e Circoscrizione Ovest di Brescia si sono adoperate per dare ad ANT aiuto concreto. Oggi finalmente possiamo testimoniare l’avvenuto accreditamento e la convenzione con l’ASL di Brescia, un passaggio essenziale che può permetterci di completare maggiormente la nostra capacità di soddisfare i bisogni delle famiglie e di allargare il territorio di copertura, per rispondere alle moltissime richieste che arrivano da paesi non ancora raggiunti dal nostro servizio domiciliare. ANT inizia un nuovo cammino in sinergia con la Sanità Pubblica e vuole continuare a fare del bene come ha sempre fatto, dando priorità ai valori della solidarietà e del volontariato".

L’accreditamento regionale e la firma della convenzione costituiscono dunque un importante risultato per la Fondazione, segno di un’attenzione crescente da parte delle Istituzioni nei confronti del Progetto "Eubiosia" (dal greco antico "la buona vita") pietra angolare su cui si fonda l’attività di ANT, intesa come insieme di qualità che conferiscono dignità alla vita, sino all’ultimo respiro.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI