Protezione civile, esercitazione in Castello. Bordonali: priorità alle scuole

0
Bsnews whatsapp

"E’ necessario portare i volontari della Protezione civile nelle scuole, per creare nella popolazione,partendo dai giovani, la cultura del primo soccorso in caso di emergenza. Ed è quello che intendo fare da oggi nei prossimi cinque anni". Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza e Protezione civile Simona Bordonali, intervenendo oggi alla simulazione di emergenza post sisma, organizzata da 150 volontari della Faps (Federazione associazioni pronto soccorso) all’interno del castello di Brescia.

LA SIMULAZIONE – A chi fosse entrato tra le mura della rocca si sarebbe presentata una scena raccapricciante: una bambina con il volto insanguinato, una ragazza con una sbarra di ferro conficcata in una gamba, persone stese a terra e soccorritori che si muovevano tra grida di dolore e richieste di soccorso. Tra le antiche mura della fortezza e ai piedi dei suoi bastioni oltre 40 volontari hanno simulato, con trucchi e lamenti assolutamente realistici, diversi tipi di ferite e di emergenze sanitarie. A "soccorrerli", oltre 80 volontari provenienti da tutta la Lombardia. Barelle, Vigili del fuoco, 20 ambulanze, 4 moto soccorso e vari mezzi della Protezione civile erano impegnati in loro supporto per interventi di primo soccorso sul posto e per trasportare i casi pi? gravi verso due medici, che si trovavano in una tenda pneumatica utilizzata come posto medico avanzato, montata appena fuori dalle mura.

PROFESSIONALITA’ DEL VOLONTARIATO – "Sono particolarmente orgogliosa che la prima esercitazione di Protezione civile cui partecipo da assessore si svolga a Brescia – ha spiegato l’assessore – visto che da sempre sono vicina al mondo del volontariato". "Conoscevo la professionalità di queste persone – ha aggiunto – che oggi, invece di passare una giornata in famiglia, hanno deciso di dedicare il loro tempo libero a pensare alla sicurezza degli altri. Li ho visti all’opera e devo ammettere che non mi aspettavo un livello di preparazione così alta. Una preparazione che è alla portata di ciascuno di noi: per questo ogni cittadino si deve sentire un volontario della Protezione civile in modo da sapere come comportarsi in caso di emergenza dando il proprio aiuto senza intralciare i soccorsi".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. ma questa è in grado di dire qualcosa che vada oltre alla banalità per nascondere il suo livello di impreparazione o ce la dobbiamo sorbire cosi da oggi per i prossimi cinque anni? va bene le quote rosa, ma almeno studia se proprio devi fare l’assessore regionale…

  2. Dubito che ne sia in grado visto ciò che ha fatto in questi cinque anni. Mi sa che ce la dobbiamo sorbire….e la mia paura è che riesca anche ad andare avanti! A meno che qualcuno guardi giù. Ma quando si è parlato della sua preparazione, magicamente tutti i commenti sono stati cancellati

RISPONDI