Metropolitana, Prignachi (Brescia Mobilità): “Riaperto il dibattito per il prolungamento in Valtrompia”

0
Metro

Il Comune di Brescia, Brescia Mobilità e Metro Brescia hanno promosso, questa mattina, una visita tecnica alla metropolitana in servizio dallo scorso 2 marzo, dedicata al management (presidenti e direttori) delle aziende che si occupano di trasporto pubblico locale nelle città e province confinanti con Brescia. Erano presenti le rappresentanze delle aziende di Bergamo, Cremona, Mantova, Verona e Trento. All’appuntamento hanno partecipato anche il presidente e il direttore generale di ASSTRA (Associazione delle società ed enti del trasporto pubblico locale di proprietà degli enti locali, delle regioni e di imprese private) Marcello Panettoni e Guido del Mese.

I presidenti di Brescia Mobilità, Valerio Prignachi, e di Metro Brescia, Ettore Fermi, hanno accolto gli ospiti presso la sede operativa della Metropolitana e in seguito li hanno accompagnati per una visita al Posto Centrale Operativo, alle strutture di servizio del Deposito di S.Eufemia e in un breve viaggio in treno in modo da poter visitare alcune stazioni. Vivissimo è stato l’apprezzamento manifestato dalla delegazione, che contava anche sulla rappresentanza di aziende che eserciscono il servizio extraurbano, sia per l’infrastruttura che per il sistema Brescia. In tal senso, in un’ottica di prospettiva, sono state manifestate concrete ipotesi di collaborazione fra aziende. Fra le tematiche trattate prima nel briefing di benvenuto ci si è soffermati anche sul progetto Treno Tram di recente sviluppo, definito dal presidente di Brescia Mobilità Valerio Prignachi una “suggestione” che sta già incontrando notevole interesse a livello regionale, tanto da essere entrato ieri come tema a margine della giunta riunitasi al Pirellone. Prignachi ha poi tracciato un ampio quadro generale sui possibili sviluppi modali legati all’importante infrastruttura, a partire dai possibili prolungamenti come quello a nord (Val Trompia), un dibattito che si è “riaperto tra Comune e Provincia”, o in direzione Rezzato. Il Presidente di Metro Brescia Ettore Fermi ha ripercorso invece le tappe più significative che hanno condotto alla realizzazione dell’opera, sottolineando come il contributo delle amministrazioni succedutosi sia stato segno di grande lungimiranza anche a fronte del cospicuo impegno rappresentato non solo in termini finanziari. A conclusione della visita gli ospiti sono stati ricevuti a palazzo Loggia dal sindaco di Brescia Adriano Paroli e dall’assessore alla Mobilità e traffico Nicola Gallizioli. “Ho riscontrato grande entusiasmo anche da parte di professionisti del settore, abituati a visitare quotidianamente strutture e mezzi di trasporto pubblico. – ha dichiarato il sindaco Adriano Paroli – La metropolitana di Brescia rappresenta realmente un modello nazionale e internazionale e queste prime settimane di esercizio hanno dimostrato come le sue potenzialità siano enormi, anche grazie a una integrazione virtuosa con gli altri mezzi di trasporto e in vista di un futuro ampliamento della rete nella direttrice sud-ovest. La città sta rispondendo nel migliore dei modi e riscontriamo una fattiva collaborazione da parte della cittadinanza, impegnata a modificare le proprie abitudini, ma anche a suggerire consigli utili per un servizio sempre più completo ed efficiente”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Era,od è,la prima cosa da fare l’accessibilità facile in città per chi arriva da nord,Brescia ha sempre rappresentato un imbuto per la Valtropia,sin dagli anni sessanta,Lo sanno anche i bimbi che la città più indistrializzata e trafficata arriva sino a Gardone-Marcheno,un bacino d’utenza di 60,000 abitanti senza contare aziende eccellenti (nel mondo…),Almeno spero che i rappresentanti di Bergamo abbiano portato il loro esempio del Tram Valseriana!

LEAVE A REPLY