Boom di liste civiche in corsa per la Loggia

0

Anche per le amministrative di Brescia fioriscono le liste civiche e le candidature dalla "società civile".Si parte da quella del candidato sindaco del centrosinistra Emilio del Bono sostenuto da "Brescia spirito libero", la lista di Maria Cipriano segretario provinciale del Psi, la civica "Al lavoro con Brescia" di Marco Fenaroli e il Sel. Come scrive il Corsera tra le candidature espressione della società civile, il gallerista e critico d’arte Massimo Minini, Paolo Gei direttore di cardiologia riabilitativa di Gussago e l’imprenditore Matteo Meroni. Anche il sindaco uscente Adriano Paroli ha alle sue spalle la Civica "X Brescia" ma anche i Pensionati, il Partito liberale e il nuovo partito Fratelli d’Italia, Futura Brescia. E tra i candidati non politici vi è il giornalista Sergio Castelletti. Civica da sempre poi la lista "Brescia per passione" di Laura Castelletti e quella di Francesco Onofri "Piattaforma civica", che ha ottenuto il sostegno di «Italia futura». Altre liste, tutte rigorosamente civiche, saranno "Donne per Brescia" che candida a sindaco Anna Seniga. "Brescia solidale e libertaria" con Giovanna Giacopini candidata e "Volontari per tutti" di Mario Lombardi. Da soli correranno invece Laura gamba del Movimento 5 stelle, Fiorenzo Bertocchi di Rifondazione comunista e Vittore Vantini Unione Padana.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Al cittadino bresciano non verrà consegnata a fine maggio una scheda elettorale bensì una sorta di lenzuolo a due piazze. E qualcuno, pensando poi alla preferenza unica o doppia uomo-donna, potrebbe anche assopirsi durante l’esercizio del voto. Si consiglia di andare a votare il mattino presto, appena alzati.

  2. Chi? Il pacio? Ma credo che non abbia diritto di voto a Brescia. Chi? Il pacio? Ma credo che non abbia diritto di voto a Brescia….quindi potrà rimanere a letto.

LEAVE A REPLY