Domenica 21 assemblea annuale per oltre 7 mila medici bresciani

0
Bsnews whatsapp

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Brescia chiama a raccolta i suoi quasi 7 mila iscritti per l’assemblea annuale che si svolgerà a Brescia domenica 21 aprile a partire dalle ore 9.15, presso la Sala Conferenze UBI Banca di piazza Monsignor Almici 11, a Brescia Due.

L’assemblea annuale rappresenta un momento centrale per l’intera comunità medica, perchè oltre ad assolvere alcuni adempimenti necessari della vita ordinistica (come la votazione del consuntivo 2012 e del bilancio preventivo per l’anno in corso), è l’occasione per una riflessione approfondita sulle nuove sfide della medicina, che è sempre più complessa, tecnologica e ad alta specializzazione. Momento centrale dell’assemblea sarà la relazione del presidente dell’Ordine, dottor Ottavio Di Stefano, che traccerà le linee di indirizzo politico dell’ente e analizzerà i temi caldi che oggi interrogano la professione: dalla crisi della figura del medico all’urgenza del lavoro in team, dal rapporto con le altre professioni alle difficoltà nella comunicazione col paziente, dal nodo della sostenibilità del sistema sanitario alla questione dell’accesso alle cure e della salvaguardia del diritto alla salute. Quello che si celebra domenica è il 103esimo anno di vita dell’Ordine, che fu istituito dal Governo Giolitti nel 1910 e da allora ha sempre operato con la medesima configurazione autonoma e statale, se si esclude la parentesi del ventennio fascista in cui gli Ordini vennero soppressi e sostituiti da sindacati del regime. «Negli ultimi cento anni la medicina ha conosciuto una rivoluzione radicale e inarrestabile, che è tuttora in evoluzione e ha cambiato profondamente le coordinate della professione, chiamando il medico a nuove responsabilità», sottolinea il presidente dell’Ordine, che nella sua relazione affronterà questi aspetti in una visione di ampio respiro e stretta attualità. Altro punto centrale all’ordine del giorno sarà il bilancio delle attività – svolte nel corso dell’ultimo anno – che rientrano fra le principali competenze dell’Ordine, con l’illustrazione dei dati relativi ai provvedimenti disciplinari, alle iniziative di aggiornamento Ecm, al ventaglio di servizi offerti agli iscritti, ai rapporti con le istituzioni e ai nuovi progetti in corso. Non mancheranno le sorprese: il Premio al Merito verrà assegnato a una personalità di fama e alto profilo scientifico, il cui nome verrà mantenuto top secret fino al momento della consegna. E’ prevista inoltre l’assegnazione della borsa di studio intitolata a Giuliano Cozzaglio, del premio “Emanuela Proto” istituito dal Rotary Club Brescia Sud Est Montichiari, del premio “Alberto Malliani” promosso dal Movimento per i Diritti del Malato di Brescia, e di una targa ricordo per i colleghi con 40, 50 e 60 anni di laurea. L’assemblea si chiuderà con il cerimoniale del giuramento dei nuovi iscritti, un rituale carico di promesse per i 169 giovani medici che si affacciano quest’anno alla professione. Due di loro, prima di prestare il giuramento ippocratico, prenderanno la parola per esporre al pubblico le proprie aspettative e motivazioni: è previsto l’intervento di un neo-iscritto camerunense che parlerà anche a nome di un gruppo di connazionali che hanno studiato Medicina a Brescia, e racconterà la sua esperienza in città, il livello di integrazione raggiunto, le sue mete future, facendosi testimone di una medicina sempre più globalizzata e internazionale. Imprevedibile e inatteso sarà l’intervento del secondo medico, la cui identità rimarrà celata fino al giorno dell’assemblea. In commemorazione dei colleghi defunti, il giorno precedente all’assemblea – sabato 20 aprile alle ore 18.30 – sarà celebrata una messa nella chiesa di S. Giacinto, in piazzale Giacinto Tredici (quartiere Lamarmora).

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI