Brescia, tra Corioni e Baggio un contatto per parlare del futuro

0
Gino Corioni
Gino Corioni

Per i tifosi del Brescia, e in genere per chi ama il calcio, l’incontro, anzi, gli incontri, tra l’attuale presidente del Brescia Calcio Gino Corioni, e il fuoriclasse tanto caro ai bresciani, Roberto Baggio, rappresentano già un punto d’inizio sul quale sperare. Come aveva confidato Corioni al Giornale di Brescia il 9 gennaio scorso “ Ho un progetto per Baggio. Presidente o allenatore decida lui… Lo inviterò a cena prossimamente”. Il giorno successivo il manager del “codino” aveva dichiarato: “Siamo interessati. A Brescia siamo stati bene e torneremmo volentieri. Parliamone…”. Dal quel giorno, però, silenzio assoluto da entrambe le parti. Le cene, stando ad alcune indiscrezioni, si sarebbero già fatte e Baggio avrebbe espresso la preferenza di diventare presidente della società biancoazzurra e di riportare il Brescia in serie A. La questione del nuovo Rigamonti sarebbe solo stata sfiorata, ma del resto questa è un’altra storia.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Con tutto rispetto per baggio, ma quali benefici porterebbe se non la sua immagine e quanto costa al corione ? e con l’immagine di baggio che ci facciamo…torniamo subito in a ? le casse del brescia si rimpinguano ? si farà un calcio mercato degno ? i soldi chi li mette, lui ? lo stadio si riempie perchè c’è baggio in società ? …. strampalerie secondo me di corione, ormai solito a sparare enormi proclami che la storia del brescia insegna purtroppo….uno dopo l’altro rivelatesi una panzana….primo tra tutti quel famoso ritornello del nani e del progetto brescia…sono passati anni e di progetto non si è visto un tubo, anzi…..!!!

LEAVE A REPLY