Berlusconi a Brescia per tirare lo sprint a Paroli, ma non in piazza

0

Abbassare i toni. Questo, in sostanza, il motivo per il quale il tanto atteso (dai suoi fedelissimi) comizio di Silvio Berlusconi a Brescia per "tirare la volata" al candidato Adriano Paroli non si farà in piazza Paolo VI ma al chiuso, in un luogo ancora da stabilire.

"Tutti con Silvio", era questo lo slogan che da alcuni giorni circolava per chiamare a raccolta quanti (3? 5? alcuni hanno parlato di 7mila persone) l’11 maggio avrebbero dovuto riempire piazza Paolo VI; persone della città ma anche dal resto della provincia, giunte a Brescia a bordo di pullman che già erano in fase di organizzazione. Invece ieri il cambio di programma. Il Cavaliere però ha garantito la sua presenza in città, forse la sua partecipazione ad una conferenza stampa (con Paroli) e sicuramente quella alla cena per la raccolta-fondi per il candidato. 
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. I comizi di piazza non sono il piatto forte di Berlusconi. E nemmno le folle plaudenti servono al consenso dei berluscones. Bastano le televisioni, possedute direttamente o controllate indirettamente, e una buona promessa elettorale come lo è stata la restituzione dell’IMU. Ecco, a Brescia sceglierei un messaggio forte come una colata di cemento residenziale su tutta la Maddalena (già qualcosina si vede dal basso…) oppure una nuova linea est-ovest del Metrobus o l’azzeramento dell’addizionale IRPEF. Insomma, Paroli facci sognare come solo Silvio sa fare !

  2. Secondo me gli fa un favore a non venire! Dire al candidato che non avrà i soldi dell’IMU 2013 e che dovrà restituire quelli del 2012 in una situazione di bilancio critica sarebbe veramente deleterio e significherebbe contribuire a fargli perdere le elezioni.

  3. se penso che un italiano su tre ha ancora votato il caimano, credo che la rovina del nostro paese ce la meritiamo proprio. siamo un popolo di …..

  4. oddio la scelta e’ dura assai , da una parte i grillini o i vendoliani o i montiani o i bersaniani ( ah no scusate quello non c’e’ piu’) o i Di Pietristi ( scusate ancora quelli sono spariti ) o gli Ingroiani ( ririscusate quelli non sono manco mai esistiti ) nahhh votero’ un altra volta il buon vecchio berlusca.

LEAVE A REPLY