L’Amministrazione di Sarezzo segue l’esempio di Iseo, indennità tagliate e niente rimpasto

0

31mila euro risparmiati con un taglio lineare del 25% dei compensi agli amministratori, e altri 39mila euro risparmiati grazie alla decisione di non nominare altri due assessori per sostituire i due che hanno lasciato. Il gruzzoletto annuo così accumulato dal Comune di Sarezzo è di 70mila euro, non proprio briciole.

L’amministrazione di Sarezzo a pochi giorni dalla analoga notizia nel comune di Iseo (leggi qui) ha deciso di mettere le mani nelle proprie tasche per trovare quei fondi necessari a limitare, seppure parzialmente, l’impatto dei tagli centrali sulle casse del comune. Le deleghe dei due assessori vacanti saranno distribuite agli altri assessori. Questo, assieme a una profonda revisione delle spese di gestione di tanti servizi, porterà a un risparmio tale da consentire di non dover tagliare le risorse ai servizi sociali. ad esempio. Il sindaco sulle colonne di Bresciaoggi che riporta la notizia: «Sono numerose le proposte che porteremo in consiglio comunale per risparmiare il più possibile senza incidere sulle ormai esigue finanze familiari e senza applicare l’addizionale comunale Irpef: siamo uno dei pochi comuni del Bresciano a non utilizzarla. Si fa di necessità virtù; i comuni sono i più penalizzati dai tagli, nonostante siano il primo front office coi cittadini. Speriamo per il futuro: se la politica si fermerà al presente sarà la sconfitta della società».
(a.c.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome