Presentazione del libro Il Concilio Vaticano II tra speranza e realtà

0
Bsnews whatsapp

Un libro agile per rivisitare il Concilio, metterne a fuoco i passaggi fondamentali e, soprattutto, scoprirne le fondamentali novità. Monsignor Giacomo Canobbio, teologo di chiara fama, delegato vescovile per la pastorale della cultura e direttore scientifico dell’Accademia Cattolica di Brescia, racconta il Concilio Vaticano II alla giornalista Annachiara Valle. Un dialogo serrato, che fa giustizia dei luoghi comuni e degli attacchi che ciclicamente si riversano su uno degli eventi fondamentali della storia della Chiesa.

Intervengono
LUCIANO MONARI, Vescovodi Brescia
GIACOMO CANOBBIO, Autoredel libro

L’evento è organizzato in collaborazione da Libreria Paoline, CooperativaCattolico-democratica di Cultura di Brescia, Accademia Cattolica, Editrice La Scuola.

"La recezione del Concilio è un tirocinio che non è mai finito. Il Concilio ha innescato appunto questo esercizio nella vita della Chiesa; sicché il Concilio non va idolatrato, va percepito precisamente come l’avvio di una fase nuova della vita della Chiesa nella quale si procede quasi come con il metodo scientifico, trial and error, prova e riprova… Nel tirocinio si impara tentando… Peraltro cosa facciamo con la Sacra Scrittura, che è più importante del Concilio? La esponiamo continuamente all’interpretazione; così dovrebbe essere dei documenti del Concilio. Questo non vuol dire che li scartiamo perché non sono più attuali. Cerchiamo piuttosto di vedere come attuarli: lo stesso metodo che usiamo per la Scrittura. Quello che non è stato attuato è inattuabile? Direi: non è inattuabile, si ha piuttosto paura di attuarlo."
(GIACOMO CANOBBIO)

Presentazione del libro edito da La Scuola
Il Concilio Vaticano II tra speranza e realtà
Giovedì 9 maggio 2013 – ore 18.30
Libreria Paoline, Via Gabriele Rosa, 57 – Brescia

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. La dottrina della Chiesa esposta secondo quanto richiedevano i tempi: da lì si partì per indire il Concilio. E ritrovarsi oggi le chiese semideserte ed eserciti di…pecorelle smarrite.

RISPONDI