Bike Hospitality: dai laghi d’Iseo e di Garda tante proposte per una provincia che pedala

0
Silvia Razzi
Silvia Razzi
Bsnews whatsapp

E’ stato ufficialmente presentato oggi a palazzo Martinengo il progetto ‘Bike Hospitality in provincia di Brescia’, da parte dell’assessore al Turismo e Cultura della Provincia di Brescia Silvia Razzi, del consulente strategico del progetto Fabrizio Riccomi e di Margherita Facchini del Campeggio San Francesco di Desenzano, una delle numerose strutture ricettive che hanno aderito al progetto.

“Innanzitutto – ha dichiarato l’assessore Razzi – mi complimento con le aziende che hanno aderito al progetto dimostrando lungimiranza e volontà di crescere insieme al territorio. Dopo il grande impegno per offrire alle sponde bresciane del lago di Garda e del lago di Iseo numerosi itinerari e piste ciclabili (solo nel 2013 sono 40 i kilometri di strada dedicata in più), la Provincia è infatti oggi pronta a rendere il territorio e le strutture ricettive adatti ad ospitare al meglio le migliaia di cicloturisti che ogni anno arrivano nel bresciano per apprezzare il nostro paesaggio e la nostra ospitalità”. Dopo le strade, i servizi. Aree attrezzate, piccole officine, negozi specializzati, bici nuove o a noleggio, ma soprattutto le strutture ricettive: alberghi, villaggi e campeggi che possano garantire al turista un elevato standard di servizi, dall’officina al deposito bici, dalla ristorazione specifica per i ciclisti alla proposta di svariati percorsi. Attraverso un progetto ad hoc, finanziato per un totale di più di mezzo milione di euro dal bando regionale per la costituzione di reti di impresa nei settori CTS, la Provincia può oggi, a costo zero, dare il via al progetto di rete dei Bike Hotel e Bike Village. “Il progetto – ha sottolineato l’assessore Razzi – porterà ad un ampliamento del target di utenza e ad una maggiore fruizione del territorio, con vantaggi per tutto l’indotto”. In particolare, si prevede un incremento delle richieste di noleggio bici, un maggiore afflusso di turisti nei periodi di bassa stagione (300mila turisti in più), l’impiego di guide escursionistiche, un più alto numero di prenotazioni per soggiorni nelle strutture e un aumento delle unità lavorative sul comparto turismo/servizi/commercio. La proposta ha incontrato grande entusiasmo nell’ imprenditoria delle strutture ricettive: 7 alberghi, 4 campeggi del lago di GaRda e 3 villaggi/campeggi del lago di Iseo si sono già adeguati alle modifiche richieste e hanno fornito alle proprie strutture i servizi necessari per essere idonei a ricevere il finanziamento ed essere così classificati Bike Hotel o Bike Village. Per allargare e migliorare la rete di accoglienza territoriale sono stati redatti tre progetti: il primo progetto ‘Garda Bike Hotel&Hospitality’ ha come capofila l’Hotel Nazionale srl, e come partners l’Hotel City snc, Garda Hotels srl, Antonioli Campiglio srl, Hotel Berta snc, Hotel Europa di Albiero Oscar e l’Hotel Segibel di Caccamo Giuseppe snc. A capofila del secondo progetto ‘Garda Bike Village&Hospitality’ c’è Iniziative Turistiche spa, e come partners GE.P.I.T srl, Camping Porto srl, Fornella sas di Cavazza Lars Patrick & C. Il terzo progetto, invece, denominato ‘Iseo Bike Village and Hospitality’, ha come capofila il Campeggio del Sole srl e come partners Insubria srl e la Sviluppo turistico Lago di Iseo spa. “Progetti – ha concluso l’assessore Razzi – che vedono l’unione vincente dei due territori del Garda e del lago d’ Iseo e che auspichiamo possa presto raggiungere le altre zone della provincia a vocazione cicloturistica, per offrire una meta di autentico appeal al turista sulle due ruote”.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI