Rolfi in visita al canile rifugio di via Girelli

0
Fabio Rolfi (Lega Nord)
Fabio Rolfi (Lega Nord)

Un miglior controllo del randagismo ed una serie di provvedimenti volti a migliorare la tutela degli animali d’affezione: nella cornice della casa rifugio di via Girelli 6, su un terreno che una volta ospitava il degradato campo nomadi e che, oggi, grazie ad un particolare interesse del Carroccio e sede dell’associazione che si occupa di cani randagi ed abbandonati, Fabio Rolfi, candidato a consigliere Comunale per la Lega Nord, ha voluto presentare il programma leghista sulle politiche legate agli amici animali. “Ho voluto presentare questa parte di programma proprio qui, perché questo luogo è significativo del nostro impegno e di come da situazioni di degrado si possano creare realtà positive che rappresentano un punto di incontro con il territorio. Dove una volta si vivevano situazioni inaccettabili, come accattonaggio, furti e prostituzione minorile, con notevole disagio da parte dei residenti, ora è stata creata una struttura che non solo aiuta gli animali in difficoltà a trovare una casa ma che è divenuto anche punto di ritrovo per le famiglie” ha sottolineato Rolfi, ricordando che l’amministrazione Corsini, al campo nomadi abusivo aveva pure concesso il numero civico. “Entrando nel dettaglio delle nostre proposte sugli animali d’affezione ritengo che una seria politica sul tema non possa prescindere dalla affettiva operatività del ufficio diritti animali e, purtroppo, da questo punto di vista Brescia è allo stadio preistorico” ha proseguito il consigliere regionale. “Riteniamo che per un maggior controllo sia necessario rimuovere dalla convenzione con il sanitario e altre strutture la possibilità di affido animali che deve essere fatta sempre con il benestare dell’ufficio comunale che si interesserà del suo inserimento all’interno della famiglia. Anche il monitoraggio, la cura e la tutela delle colonie feline con il rilascio della tessera ai volontari, per noi restano un punto imprescindibile se si vogliono attuare delle politiche serie in materia” ha affermato Rolfi. Nel programma leghista sono, inoltre, previsti corsi per i proprietari di cani in collaborazione con l’Asl, promozione di un sito web, educazione scolastica e la possibilità agli operatori dell’ufficio diritti animali di controllare mediante ispezioni canili, gattili e strutture zoofile. “Consapevoli dell’importanza che l’animale domestico assume all’interno delle famiglie riteniamo sarebbe idoneo avviare, con dei privati e senza spese per il pubblico, un dialogo per creare un cimitero per animali come già capita in molte città europee” ha concluso il rappresentate padano.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Anche la trota o il trota è un animale domestico importante all’interno delle famiglie ? Slavaguardiamolo, allora, per cortesia.

LEAVE A REPLY