Labolani attacca Del Bono: campagna elettorale senza contenuti e piena di false accuse

8

Labolani attacca Del Bono, accusandolo di fare una campagna elettorale basata su "ingiurie e falsità". Fa in oltre un appello agli altri candidati affiché condannino questo atteggiamento.

DI SEGUITO IL COMUNICATO INTEGRALE

Prendo spunto da un recente passaggio giornalistico locale che recita, riferendosi alla nostra amministrazione, “consegnando alla fine a Brescia una brutta pagina da superare alla svelta” per dare conferma dell’ennesimo tentativo denigratorio operato dalla sinistra di Del Bono, e trovare l’occasione di sottolinearne l’”arte” diffamatoria di chi sta costruendo tutta una campagna elettorale non sulla validità di un programma o la serietà d’idee e proposte, quanto più sul tentativo di affossare gli avversari con parole vuote, affermazioni a effetto prive di reale contenuto. Questa è purtroppo la Brescia che vogliono Del Bono e amici che, dopo aver vomitato ingiurie e falsità per cinque anni, ancora non sanno cosa sia la buona politica e giocano, lungi da un confronto democratico e aperto, sulla chiacchiera, il pettegolezzo, vaghe accuse, insinuazioni e biasimi: è il modo d’agire di quanti solo quando sono in gruppo fanno i leoni, di quelli che bruciano le bandiere e applaudono, di chi antepone l’insulto alla ragionevolezza e al dialogo (e così facendo certo non rispetta gli elettori!). Ma davvero questi signori credono che i bresciani non si rendano conto che le loro sono solo sparate denigratorie, dati raffazzonati gettati a casaccio, calunnie gratuite e nulla più?! Gli elettori non vogliono e non meritano questo. Brescia ha il diritto di essere informata, di conoscere, di valutare, di sapere: questa è la buona politica e la giusta forma di democrazia, questo è il mezzo che trasforma il voto in un vero strumento di scelta. Una verità su cui dovrebbero riflettere anche quei giornalisti e quelle testate che invece che costruire un confronto intellettuale circa i temi di pubblico interesse, si prestano a maldicenze da scolaretti… Sempre più la mala-informazione e il mancato rispetto degli avversari sta accendendo la miccia del disprezzo dei valori democratici: ricordate che quando si soffia su di una miccia accesa, però, è poi impossibile spegnerla! Ora è il momento di fermarsi e riconoscere con umiltà la buona politica amministrativa fatta da Paroli. Concludo con il desiderio che anche i civici Onofri e Castelletti (i cui social network per ora tacciono) condannino quanto è accaduto, che esprimano la loro disapprovazione circa la politica elettorale fatta di mezzucci e accuse prive di significato, preferendole piuttosto la strada del dibattito, del confronto e di un maturo e rispettoso scambio di opinioni…

Comments

comments

8 COMMENTS

  1. 1) da che pulpito viene la predica (ricordate la moglie zingara di Corsini e il figlio magazzinaro?)
    2) di che parla Labo? Ho letto tre volte il comunicato ma non ho capito. Poche idee ma confuse
    3) se c’è un candidato che parla con competenza è del Bono. Io sono un elettore 5stelle, ma dopo aver sentito numerosi dibattiti e conferenze credo che il migliore sindaco per brescia sia del Bono che conosce ogni virgola delle delibere e dice dove andrà a prendere i soldi. Altro che promesse a caso.
    Il mio voto sarà disgiunto DelBono/5stelle, per mandare a casa la gente come Labolani, avere un sindaco competente, e una buona opposizione m5s in loggia che saprà fare da pungolo al sindaco.

  2. 1) da che pulpito viene la predica (ricordate la moglie zingara di Corsini e il figlio magazzinaro?)
    2) di che parla Labo? Ho letto tre volte il comunicato ma non ho capito. Poche idee ma confuse
    3) se c’è un candidato che parla con competenza è del Bono. Io sono un elettore 5stelle, ma dopo aver sentito numerosi dibattiti e conferenze credo che il migliore sindaco per brescia sia del Bono che conosce ogni virgola delle delibere e dice dove andrà a prendere i soldi. Altro che promesse a caso.
    Il mio voto sarà disgiunto DelBono/5stelle, per mandare a casa la gente come Labolani, avere un sindaco competente, e una buona opposizione m5s in loggia che saprà fare da pungolo al sindaco.

  3. Il Labolani non perde occasione Lui per fare polemica sterile guarda caso poco dopo la sonora contestazione al suo capo in piazza del Duomo (si perchè fdI ha come capo ancora il Berlu). Insinua sull’operato degli organi diinformazione senza fare nomi e cognomi, Lui che acusa gli altri di essere leoni solo in gruppo. Tira per la giacchetta Onofri e la Castelletti nella più desolante ed anche infantile logica elettoralistica. I programmi caro Labocubo bisogna leggerli con quel minimo di onestà intellettuale che un politico ragionevole come si descrive, dovrebbe avere! Io mi auguro che i bresciani che non permettano a politici di tale portata di riprendere il comando della città; altri cinque anni nelle condizioni di quelli appena trascorsi Brescia non se li può permettere.

  4. Cattivello Del Bono sogna che elettori di Onofri, 5 Stelle e Castelletti (in ordine di seguito elettorale), dopo averlo ascoltato si convincano del suo valore. Ahahah! Consiglio a Del Bono di avvalersi del sostegno di qualche vincente (se mai se ne trova uno), e non dell’altro perdente Ambrosoli !

  5. Le famiglie degli extracomunitari e i loro bambini ringraziano il Sindaco e tutta la giunta per il tappeto verde e le panchine di Largo Formentone. Ci volevano ! Grazie !

LEAVE A REPLY