Droga e armi, decapitata organizzazione criminale: oltre 20 arresti

0

I Carabinieri delle Compagnie di Breno (BS) e Clusone (BG) unitamente ai carabinieri del R.O.S. a conclusione di una articolata attività hanno eseguito  8  provvedimenti restrittivi, effettuando più di 30 perquisizioni  nelle Provincie di Brescia, Bergamo, Roma, Verona e Cagliari. Cinque le persone arrestate in flagranza di reato durante le perquisizioni di questa mattina che hanno permesso di recuperare armi e droga.

L’inchiesta, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Brescia ed avviata a seguito dell’uccisione di due pregiudicati avvenuta in provincia di Bergamo nel 2007, ha fatto emergere la presenza di più organizzazioni dedite al narcotraffico dal Sudamerica, dalla Spagna e dall’Olanda, tra cui quella di cui agli arresti odierni, composta quasi esclusivamente da Italiani, con base operativa nella Val Camonica e nell’alto Sebino.

L’operazione, denominata “CHAMALEON”, è stata eseguita con il supporto di un elicottero dell’Elinucleo carabinieri di Bergamo, di unità cinofile antidroga ed anti esplosivo, nonché di un contingente del 3° Battaglione carabinieri Lombardia.

Lo stupefacente veniva importato dalla Spagna e dall’Olanda in Italia a bordo di furgoni e camion. L’attività del gruppo criminale  era destinata a rifornire il mercato della droga nella Val Camonica, nell’alta provincia Bergamasca e nella città di Brescia.

Nel corso dell’attività sono già state arrestate ventuno persone in flagranza di reato, sequestrando circa cinquanta kilogrammi di cocaina, venti kilogrammi di hashish, cinquanta kilogrammi di marijuana due pistole con matricola abrasa complete di munizionamento detenute clandestinamente e circa trecentodiecimila euro in contanti ricavo dell’attività illecita.

L’attività odierna si inserisce nel quadro investigativo più ampio fotografato dall’indagine QUITO dei carabinieri del R.O.S., pure coordinata dalla D.D.A. di Brescia, nel corso della quale era già stato arrestato in Spagna un latitante ed erano stati sequestrati, nel novembre 2011, circa 400 chilogrammi di cocaina provenienti dall’Equador. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY