Giardini del Garda, valorizzarli per incentivare il turismo “green”

0
Bsnews whatsapp

Utilizzare i giardini come leva per incentivare il turismo “green”: proprio questi luoghi, per definizione artificiali, possono infatti paradossalmente diventare una “calamita” per attrarre verso i paesaggi naturali gardesani i visitatori più sensibili al fascino di fiori e geometrie. Il Benaco e il suo entroterra sono ricchi di parchi pubblici e privati da valorizzare e riscoprire, anche in chiave di conservazione della biodiversità locale. È questa la proposta della serata organizzata dal GAL GardaValsabbia e dal Comune di Salò il 16 maggio alle 21 nella Sala dei Provveditori del Municipio, Lungolago Zanardelli 55. L’incontro è il quarto appuntamento del ciclo “Paesaggi rurali, paesaggi produttivi” promosso nell’ambito del progetto di cooperazione Landsare del GAL GardaValsabbia e patrocinato dall’Assessorato all’Ambiente ed Ecologia retto da Aurelio Nastuzzo.

I potenziali vantaggi di una maggiore valorizzazione dei giardini vanno dalla tutela e capitalizzazione (anche economica) di un’espressione del paesaggio locale, ad un ampliamento e diversificazione del portafoglio di prodotti turistici, alla riscoperta sostenibile del territorio, fino al recupero e alla diffusione di specie autoctone e rare. Rosanna Padrini Dolcini, architetto e specializzata in progettazione del verde pubblico e privato, guiderà gli spettatori in un viaggio attorno al mondo fra giardini storici e contemporanei, alla scoperta delle diverse tipologie (da passeggio, da guardare, …), soffermandosi in particolare su alcuni spazi di assoluto rilievo presenti nelle zone del Garda Bresciano e dell’entroterra.

L’attenzione a uno sviluppo del territorio in chiave “verde” è una priorità del GAL GardaValsabbia, attualmente impegnato su questo fronte in particolare con il progetto di cooperazione transnazionale “Green Line”. Nell’incontro del 16 maggio ci si soffermerà su quali elementi valorizzare e sui parametri generali per “leggere” un giardino. Si tratta in sintesi dell’organizzazione spaziale delle diverse aree, della distribuzione delle zone d’ombra e sole, delle aree di gioco e svago, della disposizione delle piante, dei fiori e degli arredi /sculture e infine dell’organizzazione dei sentieri e dei percorsi per il passeggio.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI