Il M5S cerca candidati (con curriculum adeguato) per il ruolo di assessori a Brescia

0
Bsnews whatsapp

"La scelta delle persone destinate a guidare l’amministrazione comunale viene, per vergognosa consuetudine, effettuata sulla base di convenienze, scambi di favori per partiti e lobby ad essi collegate, con gravi danni per la collettività". Così recita la nota stampa del MoVimento 5 Stelle che, come già successe con Parma, ha deciso di selezionare i propri candidati assessori al Comune di Brescia sulla base dei loro curricula e della loro competenza specifica. Il movimento quindi lancia un appello pubblico "a chi ritiene di avere le competenze adatte per ricoprire il ruolo di assessore comunale  e per chiedere a queste persone di inviarci il curriculum con lettera di presentazione alla seguente mail: candidati@brescia5stelle.it". Per candidarsi al ruolo il cittadino dovrà inviare: curriculum e una lettera di presentazione che includa: l’ assessorato desiderato, il consenso alla pubblicazione della propria autocandidatura e, nel caso contrario, le motivazioni, eventuali ruoli politici svolti in passato (anche di semplice candidatura o di organizzazione interna) per un qualsiasi movimento politico/lista civica, eventuali iscrizioni ad altri partiti, cosa si pensa del programma comunale del M5S nella parte relativa alla propria competenza, specificando eventuali critiche o proposte aggiuntive e l’indicazione di eventuali partecipazioni o ruoli dirigenziali nei consigli di amministrazione in società pubbliche/private che hanno interessi economici con il Comune di Brescia. I curricula, che saranno conservati e utilizzati nel caso in cui il risultato elettorale affidi al M5S la scelta degli assessori, saranno resi pubblici sui loro canali informativi. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Non riuscendo nemmeno a completare la lista dei candidati al consiglio comunale (cioè in caso di vittoria non riuscirebbero a coprire i seggi assegnati), si interessano di improbabili assessori.
    Forse è meglio non vincere le lezioni se non si hanno le capacità per governare: nel frattempo si sta onestamente all’opposizione e si impara.

  2. Si vota con il sistema maggioritario per il sindaco: chi ottiene oltre il 50% dei voti risulta subito eletto. Ogni candidato a sindaco è collegato con uno o più gruppi di candidati al consiglio comunale.
    Se nessun candidato ottiene più del 50% dei voti, i due più votati vanno al ballottaggio che si svolge due settimane dopo.
    All’eventuale ballottaggio risulta eletto il candidato che ha ottenuto più voti.
    Il 60% dei seggi del consiglio comunale va alle liste collegate al candidato sindaco vincitore, a meno che una lista non collegata al vincitore abbia ottenuto oltre il 50% dei voti.
    Il resto dei seggi è diviso tra le altre liste in modo proporzionale ai voti ricevuti
    I candidati sindaco non eletti, collegati a liste che abbiano ottenuto almeno un seggio, sono automaticamente consiglieri comunali.
    Una volta assegnati i seggi ai candidati sindaci, i seggi rimanenti vengono divisi tra i diversi candidati consiglieri a seconda delle preferenze ricevute.

    I seggi disponibili in totale sono 32 ed il Movimento 5 Stelle (che non appoggia altre liste nè ha liste che lo appoggiano) oltre al candidato Sindaco Laura Gamba, schiera 25 candidati. Fate pure un po’ di conti, adesso.

RISPONDI