Dalla giunta Maroni lo stop alla costruzione di centri commerciali in città. Rolfi (Lega): molto soddisfatto

0
Bsnews whatsapp

Il vicecapogruppo della Lega Nord, Fabio Rolfi, interviene a seguito dell’approvazione in Giunta Regionale della moratoria sui centri commerciali.

“Finalmente una moratoria reale sulle grandi strutture di vendita ! Con lo stop ai centri commerciali, varato oggi dalla Giunta Maroni, compiamo un passo decisivo per la tutela del suolo, per la difesa dei piccoli negozianti e il rilancio dei centri storici nei Comuni lombardi. La proliferazione della grande distribuzione ha causato, negli scorsi anni, pesanti ripercussioni economiche alle imprese familiari, svuotamento dei centri urbani, congestionamento del traffico e la cementificazione dei nostri paesaggi. Il provvedimento adottato oggi da Maroni pone fine alle polemiche di chi aveva già cominciato ad insinuare che non vi sarebbe stata nessuna moratoria. Rappresenta inoltre la dimostrazione che in questa legislatura si è iniziato con il piede giusto e che si stanno realizzando le promesse fatte in campagna elettorale. La moratoria sui centri commerciali è il risultato di una storica battaglia della Lega Nord e daremo il nostro massimo sostegno affinché il progetto di legge licenziato oggi dalla Giunta possa venire approvato in tempi brevissimi e in maniera definitiva dal Consiglio Regionale.”

“Inoltre oggi – conclude Rolfi – la Giunta regionale ha dato riscontro positivo a diverse istanze riguardanti Brescia che avevo presentato nelle scorse settimane al Pirellone, dai 20 milioni di stanziamento per gli Spedali Civili all’impegno di Regione Lombardia per il monitoraggio e la bonifica del sito Caffaro.” 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. ma quando la giunta rolfi-paroli ha approvato il PGT che prevedeva l’apertura di nuovi centri commerciali, lo sceriffo era distratto oppure era andato a prendere un caffè? se non era d’accordo perché non lo ha detto subito? E’ vero che solo gli imbecilli non cambiano idea, ma cosa dobbiamo dire di chi la cambia troppo spesso?

  2. Complimenti, anche perchè il PGT cittadino ne prevedeva addirittura cinque, anche se ormai la grande distribizione sta ridimensionando i punti vendita a causa della crisi dilagante, mentre tutti gli altri danni (chiusura piccole attività, svuotamento centri urbani cementificazione, danno paesaggistico) sono compiuti e sono soprattutto irrversibili. Pazienza, ci consoliamo con il monitoraggio regionale del Sito Caffaro…

RISPONDI