La consigliera regionale Carolina Toia al Trofeo Nazionale ACI-CSAI nel circuito Franciacorta

    0
    Bsnews whatsapp

    La consigliera regionale Carolina Toia del gruppo consiliare "Maroni Presidente", domenica ha assistito alla Prima tappa del Trofeo Nazionale ACI-CSAI presso l’autodromo di Franciacorta. L’evento ha riunito circa 2.000 persone e ben 117 auto: dalle ruote coperte, come quelle che hanno corso la Ibiza cup, alle scoperte (formula 2000 light), dai prototipi alle green energy e tanto altro ancora. «Ho corso in kart a livello amatoriale per qualche anno – afferma Carolina Toia –  e posso dire che tornare in pista, seppur sedendo comodamente sugli spalti, è sempre un’emozione forte, sopratutto se a fare  da Cicerone sono Umberto Andreoletti, direttore di un grande autodromo con un potenziale altissimo, e Arturo Merzario, signore del motorsport, amico e maestro di vita. L’aria frizzante che si respira nel paddock è adrenalina, è entusiasmo, è emozione mista a grinta e passione».  La partecipazione all’evento è stata un’occasione per visitare il Franciacorta international circuit Daniel Bonara, punto di riferimento per gli appassionati di gare automobilistiche e motociclistiche, sede di numerosi campionati, ora destinato a diventare molto di più: un  centro di divertimento che accoglierà un pubblico molto vasto. «Andrea Mamé, proprietario della società di gestione dell’autodromo – spiega la consigliera regionale – , sta progettando infatti il futuro del Franciacorta international Circuit. Accanto a lui il nuovo direttore generale, l’ingegnere Umberto Andreoletti. I due sono accomunati, oltre che dalla giovane età, da una grande esperienza manageriale e da una forte passione per i motori e le competizioni. La nuova società di gestione proietta l’autodromo in un contesto internazionale, creando aperture verso nuovi mercati e bacini di utenza stranieri.  Si tratta indubbiamente di una grande risorsa per il nostro territorio.  La localizzazione è estremamente felice: l’autodromo si trova infatti al centro di un bacino d’utenza molto interessante, in posizione strategica dal punto di vista viabilistico e a pochi chilometri da Brescia città,  tradizionalmente legata al motor sport. Tornerò presto in visita all’autodromo. Magari (speriamo) con tuta e casco al seguito».

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI