World Childhood Foundation a Palazzolo: a settembre il gran galà benefico

0

(a. tonizzo) La World Childhood Foundation sbarca per la prima volta in Italia, e precisamente a Palazzolo sull’Oglio, per presentare Giving Children a Childhood, programma preparatorio del gran galà di beneficienza del prossimo 7 settembre. E’ successo stamattina, al Palazzo Duranti – Marzioli, in presenza di Matteo P. Trombin, secondogenito della famiglia Trombin Marzioli, Matthias Kleinert, presidente dell’associazione, Maria Harder, direttore esecutivo di Childhood, Gabriele Herlyn, pr dell’associazione, e Karl Ulrich Herrmann, della OldTime Gallery. “In uno dei consueti viaggi di lavoro – ha spiegato Matteo Trombin –, legato alle auto d’epoca, abbiamo conosciuto l’associazione. Ci siamo resi conto ancora di più che bisogna dare un’impronta sociale al mondo del lavoro e viceversa, altrimenti non si va avanti”. La World Childhood Foundation, creata nel 1999 dalla regina Silvia di Svezia, mira a proteggere i bambini abusati e sfruttati, con particolare attenzione alle esigenze delle ragazze e delle giovani madri. “La regina Silvia, detta proprio ‘regina dei bambini’ – ha commentato Kleinert – ha sempre a cuore questa causa, grazie alla quale, ad oggi, sono stati raccolti 50milioni di dollari, supportando cento progetti in 16 nazioni. Condividendo appieno l’intuizione di Matteo su business e sociale, siamo entusiasti di questa collaborazione, confidando che Childhood possa operare attivamente anche in Italia: l’esigenza dei bambini è immensa, sempre e ovunque”.Nel frattempo, “stiamo lavorando in maniera esasperata per realizzare il galà – ha commentato Trombin – dopo il quale creeremo sicuramente un link Italia-Svezia a sostegno delle realtà locali più bisognose”. Restano un mistero diversi dettagli sulla kermesse del 7 settembre, che avrà luogo sempre a Palazzolo, a Palazzo Duranti-Marzioli, su invito nel tardo pomeriggio. Si stima la presenza di oltre 1500 personalità da tutto il mondo, tra cui il principe Leopold di Baviera, appassionato d’auto storiche e della nostrana Mille Miglia. “Abbiamo fatto cerchio attorno ad amici e conoscenti, la rete d’imprenditori locali insomma – ha concluso Trombin – ma ovviamente sono stati coinvolti anche i ‘big’. Cosa verrà battuto all’asta benefica? Pezzi creativi e preziosi. Possiamo già anticipare un paio di sedie della Kartell decorate appositamente dalla star Lenny Kravitz”. Per maggiori informazioni visitare i siti www.durantimarzioli.it e www.childhood.org .

Comments

comments

LEAVE A REPLY