In mostra gli scatti sudamericani di Salgado, Korda e Bravo. Nel nome della solidarietà

0

A conclusione del progetto di cooperazione internazionale promosso in Brasile dalle Ong bresciane Svi (Servizio Volontario Internazionale) e Scaip (Servizio Collaborazione Assistenza Internazionale Piamartino) "Promozione di una rete di sviluppo agricolo sostenibile delle aree rurali di Santa Luzia e Limoeiro do Norte", è in programma una mostra di scatti originali di fotografi di fama mondiale che offra un rimando locale sulla cultura latinoamericana.

La rassegna "Scatti latinoamericani. I grandi maestri da Salgado ad Álvarez Bravo" si terrà presso lo Spazio Contemporanea di corsetto Sant’Agata 22 a Brescia, dal 23 al 26 maggio e dal 30 maggio al 2 giugno 2013 dalle 15.30 alle 19.30; dalle 15:30 alle 23.00 in occasione della Notte Rosa di sabato 25 maggio. L’inaugurazione, aperta al pubblico, è prevista giovedì 23 maggio alle 18.30. La mostra prevede l’allestimento di un’ottantina di fotografie, frutto del lavoro di una ventina di celebri fotografi latinoamericani, che hanno descritto nel corso della loro carriera le tradizioni e le culture del sud e centro America. Tra gli autori più noti Sebastião Salgado, Alberto Korda, Mario Cravoneto e Manuel Álvarez Bravo. Le fotografie arrivano da collezioni private generosamente messe a disposizione e offrono spaccati di vita dal Brasile, da Cuba, dal Perù, dal Guatemala, dal Messico e da altre aree dell’America centrale e meridionale. Tra gli scatti più pregnanti e ricercati l’immagine del “Quijote de la farola” di Korda (1959), “Canasta de luz” di Flor Garduño (1989), "Nuestra Señora de las Iguanas" di Graciela Iturbide (1979) e alcuni preziosi scatti di Tina Modotti. Le fotografie raccolte riguardano dunque gran parte dell’America Latina, non solo il Brasile, per dimostrare come quell’intera area stia vivendo un periodo all’insegna di un vivace e inesorabile cambiamento (da cui il titolo "SCATTI"). Le immagini scelte sprigionano tutta l’energia di luoghi in trasformazione, sia dal punto di vista sociale che artistico, pregni di contraddizioni ancora insuperate. Per favorire una lettura critica, che tenga conto di questi punti di vista, sono previste visite guidate gratuite per le scuole di ogni ordine e grado, su prenotazione al numero 030 3367915.

La mostra è la degna conclusione di un progetto di cooperazione internazionale realizzato dalle Ong SVI e Scaip da agosto 2011 a febbraio 2013, che ha previsto attività di promozione delle aree rurali attraverso proposte formative focalizzate nel settore agricolo in collaborazione con le controparti locali Obras Sociais della Diocesi di Bragança e Centro Educational da Juventude di Santa Luzia (Pará) e Limoeiro do Norte (Ceará). Il valore del progetto è stato pari a € 128.572, finanziato per € 90.000 dal Comune di Brescia. Obiettivo il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione rurale tramite attività in ambito agro-zootecnico e la creazione di una rete di collaborazione tra entità formative brasiliane per consentire lo scambio di buone pratiche e facilitare uno sviluppo sostenibile delle aree interessate. Grazie al progetto sono stati realizzati corsi e laboratori per favorire l’introduzione di nuove tecnologie, la conservazione del terreno, la piantagione di generi alimentari di tipo stagionale o perenne, l’allevamento di piccoli animali, l’alimentazione alternativa, la tutela della biodiversità, la trasformazione e conservazione di prodotti agricoli e la gestione di orti familiari. Sono stati inoltre realizzati vivai comunitari per la produzione di piantine da frutto e per la riforestazione, ed è stato allestito un laboratorio di fitopatologia e analisi del suolo.

RIEPILOGO INFORMAZIONI SULLA MOSTRA "Scatti latinoamericani. I grandi maestri da Salgado ad Álvarez Bravo" Spazio Contemporanea, corsetto Sant’Agata 22, Brescia 23 – 26 maggio e 30 maggio – 2 giugno 2013 ore 15.30 – 19.30; sabato 25 maggio, in occasione della Notte Rosa, ore 15:30 – 23. Inaugurazione: 23 maggio 2013 ore 18.30.

Come arrivare: in auto → parcheggio interrato di piazza Vittoria; in metrobus → fermata Vittoria (la mostra si trova a pochi metri dall’uscita).

Ingresso gratuito (è comunque ben accetta un’offerta libera per finanziare i nuovi progetti delle due associazioni).

Visite guidate per le scuole in orario mattutino prenotabili al numero 030 3367915.

Comments

comments

LEAVE A REPLY