Nichi Vendola in piazza Rovetta per tirare la volata a Del Bono (e Fenaroli)

0

Pd e Sel distanti a Roma, ma a Brescia pronti a condurre insieme la Loggia per cinque anni. Marco Fenaroli e i suoi candidati consiglieri, il candidato sindaco Emilio Del Bono e altre ducento persone hanno applaudito a lungo ieri il leader di Sel, Nichi Vendola. 

Giunto in piazza Rovetta (non un luogo scelto a caso) dopo essersi fermato ad ascoltare i lavoratori della Mac in presidio in piazza Loggia, Vendola dal palco ha ribadito più volte il suo malessere nei confronti dell’alleanza romana tra Pd e Pdl, sui temi in agenda e sulle ricette, a suo parere sbagliate, per uscire da questa crisi («L’Europa non va male per la crisi del 2008 ma per le ricette che i tecnocrati hanno inflitto al vecchio continente»). Poi ha parlato della città: «Un luogo come Brescia deve essere quello che è sempre stato, costruttore di modernità e innovazione. E la solidarietà non è il contrario della modernità, bensì la benzina nel suo motore.» Vendola si dice spaventato da quello che potrebbe succedere, una sorta di crocifissione sociale per quanti non hanno lavoro né sostegno da parte dello stato o dalle amministrazioni sociali, ma nemmeno sostegno dagli altri cittadini. Per questo dice che «La buona politica è quella che ricostruisce i legami sociali, penso ai lavoratori della Mac, ad esempio, e alla loro storia».

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY