Dal Messico a Brescia: “Cinquezampe: lo strapollo” arriva in classe

0

Una metafora di vita e un inno alla speranza, a non arrendersi mai. A lottare, per superare quel confine invisibile, dettato spesso solo da pregiudizi e luoghi comuni, che divide il mondo di chi è diversamente abile dalla cosiddetta “società civile”.

Una lezione, semplice, diretta, tenera come un pulcino nato con cinque zampe, che arriva dal Messico. Dove il libro di Pedro Aparicio Herrera, ingegnere che ama la scrittura e l’Italia, è diventato un successo editoriale, ora tradotto e disponibile nel nostro Paese, illustrato dal pennino fecondo e graffiante del dr. Raffaele Spiazzi, direttore sanitario dell’Ospedale dei Bambini di Brescia e prodotto dall’agenzia Meccanica delle Idee.

Pedro sarà con noi, dopo la prima visita bresciana dello scorso novembre (per la presentazione del suo lavoro ai media), per raccontare ancora questa favola bella. Una vicenda di galli, pulcini e oche, confinati nell’eterna metafora del pollaio della vita, che scorre a cavallo d’un centinaio di pagine, di gradevole, dolce lettura. Capaci di far riflettere, colpire dritti al cuore, soprattutto stimolare, incitare a correre fino in fondo la maratona della vita.

La prima tappa della sua visita bresciana, martedì 28 maggio (dopo l’esordio mattutino alle 9.30 nella scuola primaria di Remedello), si rivolge subito a bambini e insegnanti. Infatti, sempre il 28 maggio, alle 20.30, nell’Auditorium della scuola di Santa Maria Bambina, in via del Verrocchio, a Brescia è prevista una grande serata con la partecipazione di famiglie e docenti. “Complici” di questa iniziativa serale sono la Dirigenza Scolastica e il Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo Est 1, l’Ufficio Documentazione e Ricerca Pedagogica del Comune di Brescia e Marina Raucci, autentico “motore” e catalizzatore d’idee e competenze. Altrettanto prezioso l’aiuto del prof. Giorgio Becilli, dirigente scolastico dell’I.C. “Sud 2” ed “Est 1” di Brescia che ha sostenuto l’idea e, tra l’altro, introdurrà la serata, presentando il romanzo, l’autore e l’illustratore.

Coinvolgente anche la giornata del 29 maggio, che vedrà Pedro Aparicio Herrera presentare il suo lavoro alle 10, al Santuario di Sant’Angela Merici, in via Crispi, 23, a Brescia. Hanno ospitato l’iniziativa monsignor Mario Vigilio Olmi, Vescovo Emerito di Brescia, Maria Teresa Pezzotti, Superiora della Compagnia di Sant’Angela figlie di Sant’Orsola e Donatella Maldina, Ufficio Documentazione e Ricerca Pedagogica del Comune di Brescia (ideatrice del progetto ‘Dal gioco alla consapevolezza di regole e responsabilità’). Animerà la giornata Jack Sanchi, autore musicale e “recital voice”.

La visita letteraria di Pedro Aparicio Herrera proseguirà ancora, il 29 maggio nel pomeriggio, alle 17.30, nella Libreria dei Ragazzi di via San Bartolomeo, a Brescia. Giovedì 30 maggio l’autore sarà alle 10 nella scuola comunale dell’Infanzia Bettinzoli di Brescia (in via Toscana, 12) e alle 14.30 nella scuola dell’Infanzia “Little England” di Collebeato. Infine, venerdì 31 maggio, alle 11, ancora tappa alla scuola materna/primaria privata “Little England” e conclusione del tour di Pedro Aparicio Herrera con la presentazione nella biblioteca comunale di Travagliato, alle 17.30, alla presenza di genitori e alunni.

Comments

comments

LEAVE A REPLY