La Fondazione del Teatro Grande di Brescia annuncia la Stagione d’Opera 2013

0

Il cartellone dell’anno 2013 prevede 4 titoli d’opera e l’appuntamento con il balletto classico, tutti programmati in doppia rappresentazione. Le date degli spettacoli si distribuiranno come d’abitudine nei mesi di ottobre, novembre, dicembre. Numerosi i titoli che mancano da Brescia da tantissimo tempo o mai rappresentati.

Il titolo inaugurale che aprirà la Stagione 2013 sarà L’Elisir d’Amore, uno tra i più popolari e divertenti melodrammi di Donizetti. Seguiranno Otello di Giuseppe Verdi e L’Olandese Volante di Richard Wagner che celebreranno il bicentenario che accomuna i due celebri compositori. Ultimo titolo d’opera Tancredi di Gioachino Rossini nella ricorrenza del 200° anniversario della prima rappresentazione al Gran Teatro La Fenice di Venezia. Per quanto riguarda l’appuntamento con il balletto classico, il titolo inserito nel cartellone 2013 sarà Giselle di Adolphe Adam con il Balletto di San Pietroburgo Yacobson.

La Fondazione del Teatro Grande di Brescia ha sviluppato negli ultimi anni una più incisiva sensibilità nei confronti del pubblico, ideando e realizzando progetti a forte carattere innovativo finalizzati a favorire la crescita quantitativa e qualitativa del pubblico e la sua formazione, a orientare, qualificare ed equilibrare la partecipazione, a rimuovere le eventuali barriere (economiche, sociali, culturali, di orario, ecc.) che ostacolano l’accesso al sistema cultura. Nell’ambito di queste azioni di intervento, la Fondazione del Teatro Grande si fa promotrice anche nel 2013 di un progetto di ampio respiro che si concretizza nella realizzazione di una giornata di Festa dedicata alla promozione della cultura dell’opera, genere musicale che nei secoli ha segnato la storia civile e culturale della Città di Brescia. Dopo il grande successo della prima edizione dello scorso anno, che ha portato il melodramma tra le vie della città, torna l’iniziativa della Festa dell’Opera che anche quest’anno invaderà Brescia coinvolgendo decine di migliaia di persone in un percorso affascinante e suggestivo che avrà luogo, dal mattino a notte inoltrata, sabato 21 settembre. Numerose le sorprese di quest’anno con percorsi inediti e incursioni inaspettate in nuovi luoghi della città: un’entusiasmante preludio all’inizio della Stagione d’Opera e Balletto 2013.

A Brescia la Stagione d’Opera inaugura nei giorni 11 e 13 ottobre (rispettivamente alle ore 20.30 e alle ore 15.30) con L’Elisir d’Amore di Gaetano Donizetti che manca dal Teatro Grande di Brescia da 9 anni. Melodramma giocoso in due atti tratto da Le philtre di Scribe, L’Elisir d’Amore fu composto in circa quattro settimane nella primavera del 1830. La sua prima rappresentazione a Milano fu un vero trionfo e decretò definitivamente la conquista della capitale lombarda da parte di Donizetti. Il ruoli principali di quest’opera sono stati messi a concorso e saranno quindi affidati ai vincitori del 64° Concorso As.Li.Co per Giovani Cantanti d’Europa: Lavinia Bini (Adina), Biagio Pizzuti e Francesco Paolo Vultaggio (Belcore/Dulcamara). Accanto a loro il tenore Enea Scala, interprete che il pubblico ha già apprezzato nelle passate Stagioni, ricoprirà il ruolo di Nemorino, mentre Giannetta sarà il soprano albanese Dorela Cela, vincitrice nel 2011 del premio speciale per il XVII Concorso Internazionale Riccardo Zandonai offerto dalla Fondazione Pergolesi Spontini Jesi. La direzione musicale è stata affidata ad Andrea Battistoni, uno dei giovani talenti italiani emergenti già conosciuto nel panorama musicale internazionale, mentre la regia scenografia e luci saranno quelle del francese Arnaud Bernard che ha firmato diversi lavori per alcuni dei più importanti teatri a livello internazionale e che riprenderà a Brescia l’allestimento andato in scena nel 2001 per il Théâtre du Capitole di Toulouse. Le scene saranno cofirmate da Carlo Fiorini e i costumi saranno a cura di Carla Ricotti. Insieme ai teatri del Circuito Lirico Lombardo collaborerà per quest’opera anche il Teatro Comunale di Trento.

Nei giorni 25 e 27 ottobre torna sul palcoscenico del Teatro Grande dopo 42 anni di assenza Otello di Giuseppe Verdi. La messa in scena dell’opera rende omaggio ai 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi e chiude il filone progettuale dedicato ai titoli verdiani legati al nome del grande William Shakespeare (nel 2007 è stato fatto il Macbeth e nel 2008 Falstaff). Sarà un nuovo allestimento che inizierà la sua tournée dal Teatro Sociale di Como e vedrà nel ruolo primario di Otello il tenore Walter Fraccaro che si esibisce regolarmente nei più prestigiosi teatri italiani ed internazionali in un vasto repertorio che include anche i grandi ruoli verdiani. Accanto a lui nel ruolo di Jago Alberto Gazale, definito il baritono verdiano per eccezione, il soprano Daria Masiero che sarà Desdemona, Giulio Pelligra (Cassio), e Raffaella Lupinacci (Emilia). Nei ruoli secondari saranno impegnati anche Saverio Pugliese (Roderigo), Alessandro Spina (Lodovico) e Antonio Barbagallo (Montano). La regia dell’opera porta la firma di Stefano De Luca, assistente alla regia di Giorgio Strehler in numerosi suoi spettacoli e che da alcuni anni si dedica anche alla regia d’opera. Scene e costumi sono di Leila Fteita, mentre la direzione d’orchestra sarà affidata al talento di Giampaolo Bisanti che, oltre ad aver diretto le orchestre di tutte le Fondazioni liriche italiane, è risultato vincitore di numerosi concorsi internazionali tra cui spicca il prestigioso Concorso Internazionale “Dimitri Mitropoulos” di Atene. Il pubblico lo ricorderà per il suo successo nella Tosca che ha inaugurato la scorsa Stagione del Teatro Grande.

Per la Stagione d’Opera e Balletto 2013, il tradizionale appuntamento con il balletto vede la messa in scena di Giselle, celebre capolavoro di Adolphe Adam che torna al Teatro Grande dopo 5 anni di assenza nei giorni 23 (ore 20.30) e 24 novembre (15.30). Giselle racchiude tutti gli elementi del balletto romantico, li esalta in una storia universale e in una struttura esemplare della tradizione: una storia d’amore, tradimento e redenzione in cui i protagonisti, nello sviluppo coreografico, devono variare il registro tecnico-espressivo dall’allegria alla disperazione, dalla scanzonata padronanza di sé alla consapevolezza che la vita non ha scopo senza amore. Per questa messa in scena di Giselle danzerà sul palcoscenico del Teatro Grande il corpo di ballo del Balletto Yacobson di San Pietroburgo. Il Balletto di San Pietroburgo – fondato nel 1969 da uno dei più famosi coreografi del XX secolo, Leonid Yacobson – è diventato in breve tempo un importante punto di riferimento nella storia della cultura russa del balletto e da sempre unisce nel suo repertorio precisione tecnica ed espressione, tradizione e modernità. Ospite d’eccezione al Teatro Grande sarà Viktoria Tereshkina, straordinaria solista del Mariinsky, che interpreterà il ruolo principale di Giselle.

Venerdì 29 (ore 20.30) e domenica 1 dicembre (ore 15.30), in occasione dei 200 anni dalla nascita di Richard Wagner, andrà in scena per la prima volta al Teatro Grande di Brescia l’opera Der Fliegende Holländer (L’olandese Volante) di Richard Wagner. L’Olandese Volante ha debuttato a Dresda il 2 gennaio 1843 ed è considerata dai critici la prima opera in cui Wagner mette compiutamente a fuoco il proprio personale universo estetico: il tema romantico dell’eroe maledetto, la redenzione, la fedeltà, la straordinaria raffigurazione del mondo nordico e leggendario sono tutti elementi che nella poetica di Wagner torneranno con sempre maggiore evidenza, ma forse tra i suoi lavori poca altra musica ha il fascino irruento e glaciale di quella dell’Olandese volante. Per la messa in scena di questo nuovo allestimento è previsto un cast internazionale: per le voci vedremo nel ruolo del protagonista lo statunitense Thomas Hall, mentre il soprano russo Elena Nebera sarà Senta e il basso tedesco Patrick Simper interpreterà Daland. Con loro si esibiranno Tomislav Muzek (Erik), Gabriele Mangione (Steuermann) e Nadiya Petrenko (Mary). Per la regia la scelta è caduta sul giovane e talentuoso Federico Grazzini che da diversi anni collabora con il Circuito. L’Orchestra dei Pomeriggi Musicali sarà guidata dal maestro svizzero Roman Brogli-Sacher. La coproduzione di quest’opera coinvolgerà anche il Teatro Comunale di Bolzano. Ultimo titolo d’opera per la Stagione 2013 sarà Tancredi celebre melodramma di Gioachino Rossini che il pubblico avrà la possibilità di vedere per la prima volta al Teatro Grande di Brescia nei giorni 13 e 15 dicembre. Scritta da un Rossini ventiduenne in tre mesi e mezzo, Tancredi ha compiuto quest’anno i 200 anni dalla sua prima rappresentazione il 6 febbraio del 1813 alla Fenice di Venezia. L’opera divenne per un certo periodo una delle più popolari, rappresentata in tutti i teatri d’Italia, tanto che Stendhal la considerava l’opera migliore di Rossini. Ebbe poi un periodo di poca fortuna e gradualmente tornò ad affacciarsi sui più prestigiosi palcoscenici operistici dalla metà del Novecento in poi. Oggi è considerato tra i lavori più ispirati ed equilibrati del Rossini serio. Il cast vocale sarà affidato per questo nuovo allestimento ai vincitori del 64° Concorso As.Li.Co.: i giovani cantanti impegnati saranno Sophio Mchedlishvili (Amenaide), Teresa Iervolino (Tancredi) e Raffaella Lupinacci (Isaura). Il basso Alessandro Spina interpreterà il ruolo di Orbazzano, mentre Mert Süngü e Alessia Nadin saranno rispettivamente Argirio e Ruggero. Gli artisti saranno guidati dalla regia del giovane Francesco Frongia, regista e videoartista di grande fama, mentre per la direzione d’orchestra è stato scelto il giovane Francesco Pasqualetti che ha debuttato lo scorso anno con la BBC Philharmonic di Manchester e che ha diretto L’Italiana in Algeri nella Stagione 2012. Il Maestro Pasqualetti è stato Assistente di direttori quali Gianluigi Gelmetti, Gianandrea Noseda, Sir Colin Davis e Trevor Pinnock al Teatro dell’Opera di Roma, presso la Sydney Symphony Orchestra, presso l’Opéra di Monte Carlo, per lo Stresa Festival e per la Royal Academy Opera a Londra.

Il Coro del Circuito Lirico Lombardo sarà affidato anche nel 2013 alla direzione di Antonio Greco, che vanta una notevole esperienza nell’ambito della vocalità corale, e che ogni anno procede ad audizioni e selezioni per la conferma dei coristi già in organico e per la scelta dei fisiologici avvicendamenti. L’Orchestra è quella dei Pomeriggi Musicali e le squadre tecniche, il cui nucleo viene confermato negli anni, si arricchiscono anche di nuove professionalità in grado di gestire regie complesse, che richiedono il ricorso a tecnologie sofisticate.

Anche per l’anno 2013 i titoli d’opera verranno allestiti in collaborazione con il Circuito Lirico Lombardo che nel corso degli anni è diventato un vero e proprio modello gestionale. Il Circuito Lirico Lombardo, supportato e coordinato dalla Regione Lombardia, con il sostegno di Fondazione Cariplo, rappresenta un progetto importante, unico in Italia, per la produzione e la circuitazione dell’opera lirica e ha le caratteristiche per diventare un modello per il coordinamento, il sostegno e la promozione di altre attività musicali. Il Circuito è oggi composto da Teatro Grande di Brescia, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Sociale di Como As.Li.Co, Teatro Fraschini di Pavia, con la partecipazione dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali. Un protocollo d’intesa definisce i rapporti di collaborazione tra la Fondazione Teatro alla Scala e il Circuito, finalizzati in particolare alla messa a disposizione di allestimenti scenici e alla promozione del pubblico. Negli anni scorsi alcune produzioni del Circuito sono state riprese anche a Milano al Teatro degli Arcimboldi. Il Circuito da sempre si impegna nella ricerca di nuovi talenti avvalendosi anche del concorso internazionale As.Li.Co per cantanti lirici che costituisce un’importante possibilità di selezione di giovani voci.

La stagione è poi accompagnata, nei singoli Teatri, da una serie di iniziative collaterali capaci di soddisfare la curiosità dello spettatore e di fornire gli strumenti e le conoscenze necessarie nel modo più semplice, attraverso iniziative facili e accessibili a tutti. Per questo anche per la Stagione d’Opera 2013 sono in programma una serie di iniziative che avvicinino all’opera un nuovo pubblico, sia quello giovane sia coloro che vogliono approcciarsi al genere per la prima volta. Per agevolare i nuovi utenti si è ritenuto opportuno rendere totalmente gratuite tali iniziative. Per la stagione 2013 si prevedono in particolare la prova aperta alle scuole dell’opera L’Elisir d’Amore (9 ottobre), incontri con gli artisti in teatro e in università, conferenze di presentazione (ciclo Pazzi per l’Opera), sopratitoli per tutte le opere, biglietti ridotti per gli under30 e gli over65, materiali di approfondimento disponibili anche tramite il sito del Teatro (libretti, programmi di sala) e la Festa dell’Opera, una giornata dedicata al melodramma che coinvolga tutta la città.

Anche per quest’anno, grazie all’iniziativa Alla Scala con il Grande, ci sarà la possibilità per gli abbonati di assistere a due spettacoli della Stagione scaligera a prezzi agevolati e il 7 dicembre sarà aperta a tutti l’iniziativa In Diretta dalla Scala che vedrà la proiezione, in collegamento via satellite, della prima della Stagione d’Opera e Balletto 2013 del Teatro Alla Scala.

Tornerà anche il progetto Dietro Le Quinte, l’affascinante racconto video con interviste e immagini della Stagione d’Opera del Grande.

Sul sito teatrogrande.it saranno resi disponibili in tempo reale gli aggiornamenti sulla programmazione e sull’attività del Teatro, correlati da materiali divulgativi e multimediali utili al pubblico per la comprensione delle opere (libretti, programmi di sala). Sono inoltre previsti sopratitoli in italiano per tutte le rappresentazioni.
Gli abbonamenti della scorsa Stagione potranno essere rinnovati dal 28 maggio al 6 giugno alla Biglietteria del Teatro Grande e on line sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it. Dal 14 al 22 giugno saranno disponibili i nuovi abbonamenti sempre in Biglietteria e on line. La novità introdotta quest’anno è la possibilità di acquistare l’abbonamento versando in un’unica soluzione a giugno o con un acconto a giugno e il saldo a settembre.
I biglietti per tutti i singoli spettacoli della Stagione d’Opera verranno venduti dal 28 giugno on line e dal 17 settembre anche alla Biglietteria del Teatro Grande.

Come di consueto, a tutti i possessori della TeatroGrandeCard sarà riservata una riduzione sui biglietti che verrà applicata a qualsiasi fascia di età.

Si ricordano gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00. Chiusura domenica, lunedì e festivi.

Comments

comments

LEAVE A REPLY