Scuola e legalità, a Ospitaletto un ulivo per ricordare chi ha combattuto la mafia

0
Bsnews whatsapp

La Biblioteca di Ospitaletto e l’Istituto comprensivo collaborano ormai da anni nella organizzazione di attività di promozione della lettura, volte a stimolare nei ragazzi il piacere e l’amore per il libro e la lettura. I progetti realizzati quest’anno con la scuola secondaria di primo grado, coordinati dalla referente scolastica prof.ssa Mariolina Tricoli, hanno avuto come filo conduttore l’approfondimento di tematiche storiche e di attualità: lo sterminio degli ebrei durante il nazismo (lo scorso gennaio) e la legalità, con un particolare riferimento alla lotta alle mafie.

Quest’ultima attività, che ha coinvolto gli studenti delle classi terze, si è conclusa mercoledì scorso con un significativo gesto simbolico: un albero di ulivo è stato piantato nel giardino della scuola, per ricordare le tante vittime innocenti che hanno combattuto, a prezzo delle loro vita, la criminalità organizzata. Alla cerimonia erano presenti anche il Sindaco Giovanni Battista Sarnico e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Patrizia Chiodelli, che hanno sottolineato l’importanza di una educazione alla legalità, “che parte da ognuno di noi e dalle piccole cose di ogni giorno”, e della assoluta necessità di progetti come questo, soprattutto perché rivolto alle giovani generazioni.

Sono state poi ricordate le diverse fasi dell’iniziativa, finanziata dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del Piano Diritto allo Studio, che ha coinvolto da vicino la biblioteca e la scuola: alcuni libri sul tema della legalità sono stati distribuiti ad ogni classe, per una lettura approfondita svolta con gli insegnanti delle diverse discipline; successivamente le classi sono state ospitate in biblioteca per una lettura sul tema della legalità a cura di Barbara Mino “La parte giusta”. Infine i ragazzi sono stati invitati a preparare dei cartelloni riguardanti il tema affrontato: tutti i lavori saranno esposti in biblioteca a partire dal prossimo 3 giugno in una mostra aperta a tutta la popolazione.

L’ultimo appuntamento è fissato per martedi’ 4 giugno alle ore 21 presso il teatro Agorà per una rappresentazione teatrale dal titolo “ Oltre il muro del silenzio”, che vuole esprimere, anche attraverso la recitazione, il rifiuto di ogni forma di compromesso con l’ingiustizia e l’illegalità.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI