Premio Petroni, ecco tutti i nomi dei vincitori

0
Bsnews whatsapp

Si sono tenute ieri, allo Spazio Teatro Idra di vicolo delle Vidazze, le premiazioni della quarta edizione del Premio per le arti L.A. Petroni 2013. Il premio, nato per ricordare l’artista bresciana Lidia Anita Petroni, promuove il lavoro di ricerca degli artisti lombardi dando loro un’occasione di visibilità e confronto al fine di supportare i giovani emergenti nella produzione e nella circuitazione di nuove opere. Quest’anno il premio è stato ampliato con due nuove sezioni: Musica, a cura dell’associazione Quid, e Arti figurative, a cura di Spazio Arte Duina.

VINCITORE PREMIO PER LE ARTI LIDIA ANITA PETRONI 2013 – IV EDIZIONE SEZIONE ARTE PERFORMATIVA

Teatro Inverso/Residenza Idra è lieta di presentare la compagnia vincitrice delle IV edizione del Premio per le arti in memoria di L.A. Petroni 2013 scelta tra le 9 compagnie: monza7amoretti (Milano), Fattoria Vittadini (Milano), Compagnia Lyria|Crema Laura (Brescia), Lab 121 (Milano), InBalìa | Compagnia Instabile (Milano), Pandemio.Performing.Arts (Brescia), Coop. AttivaMente | Residenza Torre Rotonda (Como), Compagnia CHRONOS3 (Milano), Compagnia Officina (Brescia). Lo studio vincitore è "Tre uomini a Zonzo" di COMPAGNIA INSTABILE – INBALIA Lo studio è stato selezionato per il 25% dal numerosissimo pubblico presente in sala durante le serate dell’ 11-18-25 Maggio, per il 15% dalle votazioni online (canale youtube, facebook) e per il 60 % da una giuria d’esperti composta da Pietro Arrigoni (regista), Manuela Bondavalli (coreografa – Container12), Flavia Gottardi, Francesca Daldossi e Bruna Gozio (Centro Teatrale Bresciano), Nadia Busato (Giornalista e scrittrice), Luisa Cuttini (Ass. Danzarte), Davide D’Antonio (Residenza Idra), Francesco De Leonardis (Giornalista), Fausta Faini (Accademia della Voce), Francesca Mainetti (Teatro 19) Vittorio Pedrali (Eureteis), Paolo Peli (Associazione SR), Claudio Simeone (Amici Complici e Amanti), Simone Tonelli (Giornalista), Giuseppina Turra (attrice). Alcuni commenti della giuria operatori: "Bellissimo esempio di partitura scenica, completata da una drammaturgia intelligente su più livelli supportata da completezza e diversità attoriale" "Geniale la scrittura, i tempi comici, i personaggi sono equilibrati e ben studiati" "Divertenti e professionali, puntuali!" I vincitori avranno a disposizione un periodo di residenza presso Residenza Idra e un sostegno alla produzione di 2000 euro grazie, anche, al contributo del Centro Teatrale Bresciano che verserà metà della quota.

VINCITORE PREMIO PER LE ARTI LIDIA ANITA PETRONI 2013 – IV EDIZIONE SEZIONE MUSICA

In occasione della IV edizione del Bando delle Arti “Lidia Petroni”, l’associazione Quid è intervenuta coordinando una sezione di musica dedicata all’improvvisazione. Sono state presentate otto proposte su supporto audio che Giulio Corini e Pierangelo Taboni, musicisti e coordinatori artistici dell’associazione Quid, hanno vagliato tenendo conto di alcuni punti essenziali per la valutazione: registrazione live del progetto, assenza di elaborazioni o post-editing, assenza di qualsiasi rapporto con la partitura, efficacia e professionalità e dei musicisti e del progetto nel condurre l’azione improvvisativa. I quattro progetti preselezionati sono stati sottoposti in forma anonima ad una commissione di compositori e musicisti di rilevanza internazionale composta da Mauro Montalbetti, Rossano Pinelli, Emanuele Maniscalco, Andrea Rebaudengo e Carlo Boccadoro. Ai giurati è stato chiesto di esprimere un voto da 1 a 10, nonché una preferenza assoluta ed un breve commento che specificasse i motivi della loro scelta. L’efficacia esecutiva e formale della performance, l’autenticità e forza del linguaggio espressivo, l’intenzionalità esecutiva, la qualità sonora e tecnica dei musicisti sono alcuni dei criteri utilizzati dalla commissione per valutare le proposte. I quattro progetti : -Oscar del Barba – pianoforte -Lontano Trio – Christian Thoma (oboe, cl. basso), Giacomo Papetti (Contrabbasso), Francesco Saiu (chitarra) -Fu-Ni_Mural -Gabriele Mitelli (tromba,flicorno), Paul Roth (sax contralto) Andrea Ruggeri (batteria preparata, oggetti) -Duo Grazioli-Albini, Oscar Grazioli (pianoforte) e Vincenzo Albini (violino) Le preferenze accordate hanno premiato il trio Fu-Ni_Mural che presenterà, in occasione della premiazione del 1 Giugno, una propria azione improvvisativa. Il Trio come premio avrà l’opportunità di usufruire per due giorni interi di uno studio di registrazione altamente qualificato dove poter registrare ed editare il proprio progetto. Lo studio che ospiterà Fu Ni Mural è TREMOLA RECORDS di Marco Tagliola.

VINCITORE PREMIO PER LE ARTI LIDIA ANITA PETRONI 2013 – IV EDIZIONE SEZIONE ARTI FIGURATIVE

Il concorso di disegno vede la vittoria di tre giovani artisti bresciani che avranno l’opportunità di esporre in una importante collettiva che si terrà il prossimo ottobre allo Spazio Arte Duina accanto alle opere di Emilio Vedova, Agostino Bonalumi e Renzo Vespignani e altri artisti già noti a livello nazionale e intenzionale tra cui Marco Mazzoni e Paul Beel. La giuria composta da Luciano Pea, artista e docente alla Libera Accademia delle Arti di Brescia e Annalisa Ghirardi curatrice e critico d’arte ha scelto come vincitrice assoluta del premio Stefania Boniotti con l’opera "Scambi", secondo classificato Loris Dogana e terza classificata Federica Frati. Di seguito vengono riportate le motivazioni per i premiati: Il primo premio a "Boniotti Stefania": "Per l’insolita composizione, l’uso libero e vivo del segno e l’ironia malinconica." Il secondo a "Loris Dogana": "Per un’interpretazione beffarda della condizione umana contemporanea, che mette in luce il rapporto tra uomo-lavoro/macchina/società/automa in un contesto di identità smarrita." Il terzo a "Federica Frati": "Per la drammaticità e il vigore del segno in sintonia con l’iconografia rappresentata."

VINCITORE PREMIO PER LE ARTI LIDIA ANITA PETRONI 2013 – IV EDIZIONE SEZIONE ARTE PERFORMATIVA TRE UOMINI A ZONZO INBALÌA / COMPAGNIA INSTABILE

Progetto, scrittura, partitura fisica e regia di InBalìa Compagnia Instabile Con Marco Cacciola | Michelangelo Dalisi | Francesco Villano Luci di Luigi Biondi Organizzazione di Edoardo Favetti Un viaggio per fuggire da una catastrofica invasione aliena, verso un luogo dove sembra ci sia la salvezza. La convivenza forzata da questa paradossale minaccia darà vita a racconti e canzoni attorno al fuoco, egoismi e alleanze, sospetti, cerimonie del the, rabdomanzie improvvisate e contrastanti versioni del mondo ormai finito. Ma il destino è in agguato per questi “deficienti” (“mancanti” di qualcosa..). Cosa accadrà dopo? Forse il mondo è veramente finito e sono proprio questi tre gli eredi dell’umanità? O si sono salvati proprio perché, stupidamente, non hanno smesso di sognare? “Uno era l’altro, e tutti e tre nessuno” (G. Lorca) “Tre uomini a zonzo” è un titolo che ci ha ispirato, come suggestione di partenza per una scrittura scenica originale, per raccontare uno smarrimento generazionale, una perdita di orizzonti, la ricerca di una terra promessa, attraverso una leggerezza e un humour che nascondono altro: gli alieni potrebbero essere i macrosistemi economici che ci opprimono o gli impoverimenti culturali che stanno devastando il presente e il futuro della nostra generazione. O potremmo essere proprio noi stessi. INBALÌA / COMPAGNIA INSTABILE InBalìa – Compagnia Instabile nasce nel 2010, quando Marco Cacciola, Michelangelo Dalisi e Francesco Villano, insieme a Petra Trombini (responsabile tecnico) e Debora Meggiolaro (organizzazione), decidono, dopo anni di esperienze e collaborazioni con altri registi, di costituire una “Compagnia Instabile”. Condividono poetiche e percorsi diversi, ma anche la stessa volontà autorale, assumendosene la responsabilità in prima persona. Una forma di neo battesimo artistico quindi, che li impegnerà non solo in scena, ma alternativamente anche nella regia e nella formazione, nel solco di una ricerca continua, per mescolare i segni viventi della loro pratica teatrale. Tra i lavori della Compagnia, PER AMLETO, regia e adattamento di Michelangelo Dalisi in collaborazione con Nuovo Teatro Nuovo/Teatro Festival Italia, PICCOLI PEZZI POCO COMPLESSI di Magda Barile regia di Marco Cacciola e Francesco Villano in residenza al CRT di Milano e SONATA PER RAGAZZA SOLA di Federica Bern regia di Francesco Villano. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI