Brescia al bivio tra Calori e Giampaolo: nelle prossime ore la decisione

0

Non è ancora sciolto il futuro della panchina del Brescia.Da una parte c’è il tecnico uscente, il 46enne Alessandro Calori, a cui non mancano le offerte da altre società di serie B, ma che non ha mai nascosto di voler restare nella Leonessa (presidente permettendo). Dall’altra il 45enne Marco Giampaolo, tecnico con un curriculum in serie A (distinguendosi sulle panchine di Ascoli, Siena e Cagliari, male con Catania e Cesena e contattato in passato pure dalla Juventus) che – dopo un anno e mezzo di pausa – ha congelato l’offerta del Pescara in attesa di sentire Gino Corioni e Andrea Iaconi. La decisione dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Al massimo entro mercoledì.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. chi mal inizia mal continua…tanto per dirla al contrario, si perchè al brescia tutto è il contrario di tutto come sempre ! capitolo calori, allenatore capace e di buon polso senza dubbio, per corione prima era un grande allenatore ora non più, tradotto significa che il calori non ha ricevuto quelle rassicurazioni circa la costruzione di una squadra competitiva . punto
    capitolo giampaolo, grandissimo allenatore a parole ma sul campo ha collezionato fallimenti uno dietro l’altro e vanta un curriculum di soli esonori……ma è l’amico di jaconi e a brescia gli amici degli amici sono sempre i benvenuti,tanto quì da mangiare ce ne per tutti anche per gli incapaci sopratutto ! significa anche che questo mister accetta le condizioni dettate dal corione sull’allestimento della squadra, mezze pippe e mezze tacche in arrivo quindi prepariamoci. punto
    la cosa che è inverosimile è l’assenza totale di continuità, di un progetto comune e continuativo di questa società del fil de fer, ogni anno è rivoluzione e tirare a campare, sintomo di uno sfascio che è il cacncro di questa società. lo ripeto, fino a che alla guida ci sarà gino corione non avremo che scommesse su scommesse al posto di una pianificazione vera e costruttiva. i play off li abbiamo acciuffati per puro c…lo e lo sanno anche i magazzinieri .
    siamo alle solite , società senza alcuna prospettiva vera e senza un programma……….r isuonano le parole di quel tipo di nome nani che qualche tempo fà ripeteva come uno slogan il progetto brescia…….mi chiedo se c’è da vergognarsi a tifare brescia oppure c’è da vergognarsi di avere una gestione societaria così…………

LEAVE A REPLY