Studenti bresciani premiati al concorso “Primi in sicurezza”

0

Premiati 18 istituti scolastici sul tema “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro… sicuro”. Studenti e insegnanti per l’occasione hanno anche potuto ammirare la grande mostra dei lavori giunti in questi anni. La cerimonia di premiazione dell’XI edizione del concorso nazionale “Primi in sicurezza – Premio Emilio Rossini” si è svolta quest’anno a Seriate (BG) presso la sede della Rossini Trading, l’azienda bergamasca promotrice dall’anno scolastico 2002/03, insieme all’Anmil e al mensile Okay!, dell’iniziativa che invita il mondo della scuola a realizzare elaborati sul tema della sicurezza in ambito lavorativo. Il tutto con l’obiettivo di stimolare una riflessione e diffondere tra le nuove generazioni una rinnovata consapevolezza in materia di infortuni sul lavoro e morti bianche.

 

L’eccezionale evento ha richiamato il 30 maggio scorso circa 400 studenti, provenienti dal nord al sud della Penisola. Accompagnati da genitori ed insegnanti, i giovani alunni hanno partecipato alle premiazioni ricevendo come riconoscimento per la qualità dei loro elaborati, del materiale didattico per le attività scolastiche interne. I primi classificati di ogni categoria (scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di 1° e secondarie di 2°), hanno ricevuto anche la medaglia del presidente della Repubblica, a testimonianza dell’alto valore sociale dell’iniziativa, la quale può inoltre fregiarsi, tra gli altri, del patrocinio della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali.

Tra i 18 istituti scolastici premiati quest’anno spicca la scuola dell’infanzia di Capriolo, che si è aggiudicata il 3° premio nella rispettiva categoria. Grazie ad una bellissima raccolta di disegni e alcune riflessioni sul tema della sicurezza sul lavoro, ricavate dalle testimonianze dirette dei genitori, i piccoli allievi hanno così approcciato una tematica di fondamentale importanza per il loro futuro, guadagnandosi così l’ambito riconoscimento.

Marco Rossini, presidente e amministratore delegato di Rossini Trading, ha dichiarato: «Ringrazio tutti i presenti per la partecipazione. È per me un grande onore avere così tanti alunni ed insegnanti presenti qui oggi. È la prima volta in 11 edizioni che premiamo i vincitori di “Primi in sicurezza” presso la nostra azienda. Abbiamo deciso di fare questo per consentire a tutti di poter ammirare la mostra del Decennale dell’iniziativa, allestita proprio nel nostro magazzino, che raccoglie i lavori degli studenti dal 2003 al 2012. La sicurezza – ha concluso Rossini – non è un tema facile da affrontare, ma i risultati raggiunti dagli alunni in questi anni dimostrano che la scuola italiana lavora con profitto, grazie anche al contributo prezioso dei docenti».

Anche per questa XI edizione la risposta del mondo scolastico – dalle scuole dell’infanzia agli istituti superiori – è stata encomiabile, in termini di quantità e qualità, confermando sia la validità di un’idea sia la bravura di docenti ed allievi nell’affrontare in modo creativo le tematiche suggerite dalle unità didattiche. Una parte di questo materiale è stato illustrato durante la premiazione, nel corso della quale sono stati sottolineati i significati culturali, sociali ed educativi dell’iniziativa, unica nel suo genere.

L’obiettivo di "Primi in sicurezza" di avvicinare gli studenti alle problematiche degli incidenti in ambito lavorativo, al fine di conoscerne le cause e le dinamiche, sensibilizzando così le nuove generazioni sulla necessità della prevenzione, è perciò stato raggiunto anche quest’anno.

I 18 istituti scolastici presenti alla manifestazione conclusiva hanno inoltre potuto ammirare la grande mostra del Decennale di “Primi in sicurezza”, allestita presso la Rossini Trading, in cui sono esposti gli elaborati 10.000 tra poster, disegni, cartelloni, t-shirt, dvd, album, questionari, videoclip, giochi di società, cartoline e tanti altri elaborati creativi. Tutti lavori realizzati dagli alunni delle scuole della nostra Penisola e raccolti nelle ultime dieci edizioni del premio, intitolato alla memoria del fondatore dell’azienda bergamasca di prodotti antinfortunistici, Emilio Rossini. Tra questi quelli di 6 scuole bresciane: scuola statale dell’infanzia di Capriolo (premiata nella 1ª edizione); Scuola media “S. Maria degli Angeli” di Brescia (premiata nella 1ª, 2ª, 3ª, 5ª e 6ª edizione e vincitrice nella 4ª edizione della medaglia del Presidente della Repubblica); Scuola media “Serini” di Edolo (premiata nella 3ª e 6ª edizione e vincitrice nella 7ª edizione della medaglia del presidente della Repubblica); Primaria “Collodi” di Bovezzo (premiata nella 7ª edizione) e scuola media “Marconi” di Gargnano (premiata nell’8ªedizione).

Nelle undici edizioni finora svoltisi, “Primi in sicurezza” ha coinvolto oltre 3.000 scuole da tutta Italia, coinvolgendo migliaia di docenti che con passione e dedizione hanno portato oltre un milione di alunni a riflettere su una tematica importante per il loro presente e il loro futuro, approfondendo ed indagando le cause di incidenti e morti sul lavoro. Un risultato che pone “Primi in sicurezza” all’avanguardia in Italia e in Europa nella promozione di una nuova etica negli ambienti di lavoro. Un impegno che continua negli anni, a partire dal mondo della scuola. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY