Ballottaggio Paroli-Del Bono, M5S: “Voto libero. Dialogheremo con entrambi”

0
Bsnews whatsapp

Con un comunicato il Movimento 5 Stelle di Brescia interviene sul ballottaggio tra i candidati sindaci di Brescia Paroli e Del Bono che si terrà domenica e lunedì prossimo dichiarandosi equidistante da entrambi e lasciando ad ogni singolo elettore la decisione su chi votare.

DI SEGUITO IL TESTO DEL COMUNICATO:

Scaduto il termine di legge per gli apparentamenti formali, riteniamo doveroso esprimere ai cittadini bresciani, in maniera ufficiale e chiara la posizione del MoVimento 5 Stelle in vista del prossimo ballottaggio del 9 e 10 giugno. Leggiamo su alcuni giornali locali che la scelta del MoVimento 5 Stelle di non sostenere né formalmente né informalmente alcuno dei due candidati, (di molto simile a quella, condivisibile e stimabile, di Francesco Onofri e delle liste che lo sostengono), sarebbe la scelta della “non responsabilità”. Non sia mai che i politici di professione abbiano l’onestà intellettuale di apprezzare una scelta dettata solo dalla coerenza e dal rispetto nei confronti degli elettori! Non sia mai che si ammetta che queste logiche dell’offerta ed accettazione di poltrone in cambio di voti, siano quanto di più avvilente e lontano dalla buona politica si possa immaginare; quasi che i voti presi si custodiscano in una borsa da consegnare a qualcuno, manco fossero cosa propria. Non sia mai che si abbia almeno la decenza di tacere sulle scelte altrui, evitando inutili e sterili polemiche, solo per cercare di avere un argomento in più da spendere con il proprio elettorato. Il Movimento 5 Stelle vuole, ancora una volta, rimarcare la sua equidistanza con i due contendenti la poltrona di sindaco e la sua abissale distanza dalle logiche spartitorie e consociative che dettano legge nella politica cittadina ed italiana tutta, a destra come a sinistra.
Il perpetuarsi della compravendita di voti e di poltrone tipica della prima repubblica dimostra, a nostro avviso, quanto  poco i politici abbiano compreso la profonda richiesta di cambiamento (nel metodo, oltre che nella sostanza) proveniente dai cittadini.
Noi auspichiamo di poter dialogare con chiunque svolgerà il ruolo di amministratore della nostra città, con la sua Giunta e con i consiglieri tutti: ma questo dialogo sarà sui temi, sui progetti e su singole questioni; ben altro da un sostegno in cambio di qualcosa. 
Là dentro, il M5S non farà sconti a nessuno,  faremo il possibile per rendere la Loggia una casa di vetro, senza tentennamenti o remore alcune, cercando di sostenere le buone idee e lavorando perché si avvii veramente una nuova fase della politica italiana.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. altro che voto libero…non sapete nemmeno voi chi votare e rimandate la responsabilità al singolo. Il fatto in sè non è sbagliato, ma come è possibile che i grillini bresciani siano equidistanti da entrambi Paroli e Del Bono? questa decisione puzza di "gigione"

  2. Dialogo sui temi, sui progetti e su singole questioni; ben altro da un sostegno in cambio di qualcosa. Ma soprattutto abissale distanza dalle logiche spartitorie e consociative. Mi sa che queste parole siano rivolte soprattutto a Del Bono che pensava con un caffè e una stretta di mano di aver guadagnato l’appoggio pentastellato al ballottaggio. Il tutto, peraltro, il giorno prima di firmare l’apparentamento con la Castelletti, decisione che evidentemente ha lasciato il segno. Si guardi piuttosto il buon Emilio dalla nuova composizione del Consiglio e della sua ormai probabile maggioranza: il (pericoloso) numero magico della consigliatura sarà il 5. Indovinate perchè ? Oppure chiedete al Prof.Bragaglio, l’unico esperto che vi risponderà al volo…

RISPONDI