Liquami nel Lago di Garda. Paura per le ricadute sul turismo

0
Bsnews whatsapp

Il Garda inquinato dai reflui bovini di una enorme vasca che si è rotta. È successo la sera del 4 giugno tra Lonato e Padenghe sul Garda. Il direttore dell’Arpa di Brescia Giulio Sesana parla di «un piccolo disastro ecologico». L’azienda zootecnica, scrive il Corsera, che si trova nella campagna di Maguzzano (Lonato) ha auto-denunciato l’incidente. Dopo ore e ore di lavoro, l’acqua del lago non è più marrone vicino alla costa. Il primo cittadino ha emanato un’ordinanza che vieta temporaneamente la balneazione, ma non nasconde la preoccupazione per le ricadute sul turismo: «Nelle aree vicine a zone turistiche bisognerebbe evitare di mettere questi impianti. Qualcuno ora pagherà le conseguenze».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Come cittadino di Padenghe apprezzo molto la celerità e l’impegno del mio sindaco, concordo nel suo virgolettato della necessità di vietare impianti silmilari in vicinanza di zone turistiche……ma, chi da le autorizzazioni????

RISPONDI