Golubic regina di Brescia. Grymalska sconfitta in due set

0

Un rovescio a una mano d’altri tempi, una buona dose di umiltà e una settimana nella quale tutto è andato per il verso giusto. La svizzera Viktorija Golubic, ventenne di Zurigo di origini serbo-croate, è la nuova regina degli Internazionali di Brescia. Battuta in due set in finale l’italiana Anastasia Grymalska, che si è arresa per 6-4 6-4. Il 25 mila dollari sui campi del Forza e Costanza, sede del Castello, ha premiato la giocatrice che ha mostrato di avere più talento tra quelle arrivate quest’anno per giocarsi il titolo. “Qui tutti si sono innamorati del tuo rovescio”, ha detto rivolto alla vincitrice il direttore del torneo Alberto Paris. Di sicuro ha apprezzato il folto pubblico giunto per l’ultimo atto. Un po’ meno la sua avversaria, che sperava di centrare l’undicesimo successo in carriera. L’inizio del match ha visto entrambe le giocatrici un po’ bloccate, sicuramente sotto gli standard di rendimento visti durante la settimana. Poi, piano piano, Golubic e Grymalska hanno trovato il ritmo, con un copione piuttosto chiaro: l’azzurra che cercava di imbrigliare la rivale in una tela di regolarità, provando qualche accelerazione. E l’elvetica con più soluzioni, in grado di faticare meno, trovando qualche pregevole soluzione di tocco. L’abruzzese nata a Kiev, come del resto era accaduto per tutto il torneo, non si è mai arresa. Ha annullato tre setpoint consecutivi sul 5-3 del primo set, prima di cedere per 6-4. Nel secondo ha rimontato da 1-4 a 3-4, pur senza mai riuscire a riportare l’incontro in equilibrio.

 

“È stata una settimana fantastica – ha detto la vincitrice – e devo ringraziare gli organizzatori e il pubblico, che hanno fatto il possibile per farci sentire a nostro agio. Sono partita dalle qualificazioni e non pensavo di arrivare in fondo, ma il mio obiettivo è sempre lo stesso: vincere il prossimo match. Sono andata in crescendo di partita in partita, ho affrontato avversarie difficili e ho anche rischiato, ma alla fine avevo molta fiducia in me stessa”. La svizzera, che si allena in Germania, migliorerà grazie a questo risultato il suo record personale in classifica, arrivando a sfondare il muro delle prime 350 al mondo. Soddisfatta anche la sconfitta, Anastasia Grymalska, pure lei al risultato più importante della carriera. “Mi dispiace per l’esito della finale, ma la settimana è stata di quelle da ricordare. Qui a Brescia mi trovo sempre bene, lo scorso anno raggiunsi i quarti e questa volta mi sono migliorata. Ora l’obiettivo è chiudere l’anno con una classifica che mi possa far entrare nelle qualificazioni dei tornei del Grande Slam. Poi, più avanti, punterò alle prime 100 al mondo”. Il torneo si è confermato, al sesto anno di vita, come l’evento clou dell’anno in Lombardia per il tennis femminile. “Una bella edizione – ha spiegato il direttore Alberto Paris – che ha messo in evidenza tante giocatrici che potrebbero avere un grande futuro davanti”. “Cerchiamo sempre di fare qualcosa in più – ha chiuso la presidente del Forza e Costanza, Anna Capuzzi Beltrami – e il mio sogno è quello di arrivare a organizzare un 50 mila dollari. Anche se, in tempi di crisi, non cedere terreno è già un risultato importante”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY