Segreteria regionale Pd, Bazoli contro Bisinella: irragionevole e non condiviso il no ad Alfieri

0

Con una nota il deputato renziano Alfredo Bazioli interviene sul documento e sulle dichiarazioni di Pietro Bisinella. Bazoli critica duramente il segretario provinciale del Pd per il no netto al passaggio di testimone da Martina ad Alfieri alla guida della segreteria regionale del Pd e parla di “valutazioni prive di ragionevolezza” oltre che di documento non condiviso con la segreteria bresciana.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Ho letto il documento firmato dal segretario provinciale del partito democratico Bisinella, ripreso anche in un’intervista pubblicata oggi, in merito all’avvicendamento alla segreteria regionale del pd dell’attuale capogruppo Alfieri in sostituzione di Martina, chiamato al governo nel ruolo di sottosegretario. Nel documento, che a quanto mi risulta peraltro non è stato integralmente condiviso dalla segreteria, si valuta illegittimo il percorso dell’organismo regionale, e si dichiara che la federazione bresciana non intende partecipare con propri componenti alla nuova segreteria regionale. Mi paiono valutazioni e proponimenti  privi di ragionevolezza e non condivisibili.

La scelta di affidare ad un segretario traghettatore, in attesa del congresso che si terrà il prossimo ottobre, il ruolo lasciato vacante da Martina, e’ stato largamente condiviso dai componenti la direzione regionale, che hanno individuato nell’attuale capogruppo  in regione Alfieri la figura più idonea per assumere l’incarico. Condivido alcune perplessità’ sul percorso scelto, probabilmente era piu’ opportuno passare attraverso l’assemblea regionale, ma onestamente non mi pare il caso, stante anche la situazione transitoria e breve che dovrà gestire la nuova segreteria, di valutare così pesantemente, addirittura profilandone l’illegittimità, il comportamento degli organismi regionali.

Allo stesso modo, ritengo che la decisione di non partecipare alla nuova segreteria con propri componenti non sia giustificabile, ed anzi porti ad esasperare una contrapposizione che francamente mi pare eccessiva e controproducente. Confido dunque che la segreteria provinciale vorrà riconsiderare le proprie decisioni, nell’interesse di tutti ma soprattutto del partito democratico.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Alfredo è un bravo fiol, ma non ha capito che Alfieri fà il Renziano quando convoca quelli di Renzi e poi di nascosto fà accordi con Martina e c. a Milano per gestire la partita. Si è già venduto le mutande per fare il Segretario regionale, vendendo anche l’argenteria.
    Bazoli è igenuo e queste cose nn le sà però si accorgerà ben presto con chi ha che fare.

  2. ma se c’è uno statuto che precisa certe regole perchè non vengono rispettate? se dice di convocare l’assemblea perchè non viene convocata? poi contestiamo alla destra che non rispetta le regole? qualche dubbio ce l’ho.

  3. ma se c’è uno statuto che precisa certe regole perchè non vengono rispettate? se dice di convocare l’assemblea perchè non viene convocata? poi contestiamo alla destra che non rispetta le regole? qualche dubbio ce l’ho.

  4. Sono quattro mesi che i media fanno le pulci ai pentastellati con tanto di stigmatizzate apocalittiche rese dei conti, e nessuno si e ci ricorda più che i superdemocratici piddini devono gestire quotidianamente faide e congiure almeno pari al numero delle loro correnti interne. Ma, si sa, sullo sfondo c’è solo quel pericolosissimo, ansiogeno 25% di voto d’opinione grillino di febbraio che i Letta Boys (dello zio e del nipote) devono smantellare il più presto possibile. Senza dimenticare il PDL che ritorna a Forza Italia del 1994 con disinvolta continuità e con lo stesso leader del primo ventennio. Ma, si sa, il monarca è Grillo non Berlusconi…

  5. … il rispetto dei regolamenti ti sta a cuore solo quando si tratta di favorire Matteuccio e gli altri tuoi amichetti Renziani, eh? un po’ di coerenza, per la miseria!

  6. il documento firmato dal segretario provinciale Bisinella è stato votato all’unanimità dalla segreteria provinciale… non dire le bugie, che non ti si confà. e sempre per parlare di coerenza, a te tanto cara: perchè giudichi valida la nomina di Alfieri, "largamente condivisa" dalla direzione regionale, mentre non giudichi "ooportuna" la scelta di Bisinella di stilare e approvare un documento con la sua INTERA segreteria? Alfredino…

  7. Quì non mi pare che si tratti di odio nei confronti di Renzi e dei renziani, mi pare che si tratti di rispetto dei ruoli, se Bazoli vuol fare il Segretario provinciale, si candidi alle primarie come ha fatto Bisinella. Evidentemente quualcuno in nome delle filierine e delle correnti, MORTALI per il PD ha male informato Bazoli. Bravo BIsi, continua ad essere un uomo libero come sei sempre stato, alla faccia di Bersani e di Renzi che di Brescia sanno poco o nulla.

  8. Pd e Pdl sono il demonio. Invece il Beppe si era presentato come risolutore di tutti i mali. E adesso apprendiamo che, quando va bene, i suoi parlamentari sono dei "miracolati del web" che non sarebbero nessuno senza di lui. Solo quelli che lo criticano, però: gli altri non sono miracolati e sarebbero certamente stati eletti anche senza il demiurgo. Ma valà…

  9. Ma perchè non fanno segretario regionale il sindaco di castenedolo groli, che nella sua lunga carriera, come fiore all’occhiello, vanta il ruolo di autista di martinazzoli? lui sì che è degno del ruolo…

LEAVE A REPLY