Immigrazione, caso pratiche “facili”. Rolfi: bloccare il rilascio di tutti i permessi in corso

15
Bsnews whatsapp

"Se l’indagine dovesse confermare le accuse iniziali sarebbe gravissimo perché siamo di fronte al caso di un intero ufficio statale che viola le leggi che lo stesso Stato si è dato per normare l’immigrazione. Una figura pessima, l’ennesima, per lo Stato e per la nostra Città. Con la notizia di oggi appare necessario bloccare il rilascio di tutti i permessi in corso e istituire una commissione ad hoc con il coinvolgimento della procura per esaminarli uno ad uno, avviando anche la riesamina di quelli concessi che sono stati troppi e come si apprende oggi, anche in modo illegale sin dal 2007". Lo dichiara Fabio Rolfi consigliere regionale bresciano della Lega Nord già vice sindaco e assessore alla sicurezza del comune di Brescia ai tempi delle proteste degli immigrati sul tema delle sanatorie.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

15 COMMENTI

  1. Rolfi si sveglia adesso che non è più vicesindaco?
    Cos’è un’uscita a orologeria? L’importante è che le autorità preposte facciano prestissimo a chiarire questa importantissima questione; NON E’ AFFATTO GIUSTO BLOCCARE L’INTERO SISTEMA, ci sono un sacco di persone oneste che hanno diritto a veder riconosciute le loro legittime richieste.

  2. Cominciamo a mandare a casa tutte le badanti clandestine e a denunciare i bravi padani che le assumono in nero. Resteranno Rolfi e poche altre in regola ad assistere gli anziani.

  3. Almeno chi pensa a Brescia c’è …forse dovrebbe sapere che è in regione proprio per rappresentare la sua città e la sua attenzione sulle tematiche locali dimostra che rolfi è uno per fortuna sempre presente, a differenzi di altri bresciani che ci si chiede cosa siano la’ a fare…vorrei sapere dove sia il Sindaco del Bono e vorremmo sentire un suo commento visto che si lamentava dell’aumento degli immigrati a Brescia x colpa di Paroli come commenta il comportamento di questi dipendenti statali…

  4. Chissà quante rapine,quante molestie si sarebbero potute evitare se certi criminali fossero stati rimandati in africa.Tante grazie a "diritti per tutti"…..

  5. Difensori, non certo a rolfi e magari imparate a leggerli bene i commenti…non si generalizza sugli immigrati, se si riferisce a quanto scritto da del Bono lo ha dichiarato lui, ma si prende atto che un intero ufficio di dipendenti dello STATo si sono comportati in modo da violare regole e leggi che lo STATO stesso ha prodotto…

  6. Tranquillo Rolfi che a bloccare il rilascio delle pratiche ci pensa già la questura di San Polo… Tempi di rilascio che superano i 12 mesi per un documento che per legge dovrebbe essere rilasciato in 2 mesi. So di casi di permessi annuali non ancora pronti dopo 3 anni e quindi gia scaduti nel momento in cui arrivano.

    Giustis simo fare pulizia su permessi ottenuti illegittimamente (sperando magari in qualche espulsione per elementi non meritevoli di stare in italia) ma cerchiamo di rendere i tempi di rilascio ragionevoli (visto poi che i costi del singolo permesso arrivano a superare i 200 euro).

    Ne va della serietà di uno stato, che deve pretendere il rispetto dei doveri da parte di ogni abitante, ma che dovrebbe anche dare il buon esempio!

RISPONDI