Immigrazione, pratiche illecite: indagati in 130

19

I dipendenti dello Sportello unico di via Lupi di Toscana, con avvocati e immigrati, dovranno rispondere dell’accusa di associazione a delinquere per favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina. Dietro le accuse ci sarebbe un sistema di rilascio di pratiche di regolarizzazione "facili", cioè emesse senza che vi fossero i requisiti richiesti dalla legge. Attonita la reazione dei sindacati – scrive il Giornale di Brescia – per un’accusa che ha colpito indistintamente tutti i dipendenti di un ufficio pubblico.

Comments

comments

19 COMMENTS

  1. sono proprio quelli della cigl a trovare i cavilli anche inesistenti per non far piu’ ritornare a casa loro coloro che non hanno i requisiti di legga. hanno riempito le nostre citta’ di sfaccendati. Ma non vedono che il lavoro non c’è nemmeno per noi? se il supermercato vicino casa mia prendesse a lavorare mia figlia invece di un pakistano non sarebbe piu’ giusto?ci portano via il lavoro!

  2. Sicuro che sua figlia voglia lavorare al posto del pakistano? Sa quante persone conosco che si lamentano della mancanza di lavoro ma appena gli si prospetta un opportunità iniziano ad accampare scuse ed a lamentarsi di dover fare i turni, lavorare il sabato o la domenica ect ect.
    Se sua figlia ha voglia di lavorare ci sono tantissime opportunità come addetta alle pulizie o badante. È pieno di persone che preferirebbe assumere un italiana piuttosto che una straniera.

  3. Vietato criticare diritti per gli immigrati?Forse invece di pubblicare i loro deliri in maniera acritica dovreste fare il vostro lavoro di giornalisti e indagare cosa c’è dietro la difesa ad oltranza degli immigrati e dei relativi permessi.

  4. io non sono la persona alla quale Lei ha ribattuto "sicura che sua figlia voglia lavorare al posto del pakistano" ma sono un cittadino bresciano che da 40 anni paga contributi allo stato e regolarmente le tasse e che non ha mai nemmeno potuto permettersi l’acquisto di una casa e tuttora vive in affitto con 2 figlie disoccupate che sarebbero disposte a tutto per ottenere un posto di lavoro ad un supermercato – Il fatto è caro mio che in questo periodo se lei si informa non si riesce più nemmeno a trovare un posto per fare la colf o la badante – Ci sono liste di attesa di Km ed allora non sarebbe giusto che chi ha sempre pagato allo Stato Italiano debba avere il DIRITTO di avere casa e lavoro prima di coloro che sono arrivati da poco e che non hanno nessuna intenzione di continuare a rimanere nel nostro paese??? Prenda il paragone : In casa sua ha un ospite Lei perde il lavoro e le rimane il minimo per sopravvivere, privilegia sfamare il suo ospite o i suoi figli? Risponda con sincerità anche solamente che li tratterebbe alla pari che provvederò a mandarle ospiti a casa sua le mie figlie!!!!!

  5. I dipendenti saranno solo alcuni, ma in solido con avvocati ed immigrati: attenzione perchè questa non è una indagine marginale. Qui si parla di associazione a delinquere, non di corruzione o di abuso d’ufficio in capo a singole persone. Da vergognarsi, se fossero acclarati i fatti.

  6. scusate ma perchè avete cancellato il mio post?
    lo rimetto…la notizia del gdb certifica, aldilà delle vicende giudiziarie di cui si occuperà il gup, che le denunce di migranti e movimenti sono fondate: quando non c’è diritto, c’è privilegio e sotterfugio. Commercialisti, faccendieri e avvocati – brescianissimi – sono indagati per avere preso denaro e così bypassare le pratiche normali. Punto. Cosa c’entrino i movimenti, che tutto questo lo denunciano da anni, non lo sa nessuno. Nemmeno Rolfi. Sul fatto che un’accusa di ass. a delinquere regga per 130 persone io sono pronto a scommettere un braccio che non sarà così.Comunque, problemi di chi ha lucrato sui migranti. Se ciò è stato possibile – se – è per leggi come la Bossi Fini che chiudono la porta ai diritti, lasciando la stragrande maggioranza delle persone senza permesso, mentre chi può…tende a comperarselo.

  7. Ovvio che leggi assurde come la Bossi-Fini siano un ostacolo quasi insormontabile per gli onesti, che la burocrazia complicata, fredda e feroce dalla quale faticano a difendersi gli italiani divenga un nemico invincibile per gli immigrati; altrettanto ovvio è che i disonesti se ne possono infischiare e che faccendieri e corrotti di ogni nazionalità, oltre a funzionari indegni, si arricchiscano sulla pelle dei poveracci. Ma legaioli e fascistume vario fanno finta di non saperlo e i più ignoranti continuano a ripetere le loro banalità xenofobe come dischi rotti.

LEAVE A REPLY