Edilizia, a Rezzato sconti per chi costruisce sostenibile e recupera il centro storico

0

A Rezzato importanti cambiamenti che riguardano l’edilizia: la Giunta ha deciso nuovi importi per gli oneri di urbanizzazione, mentre il Consiglio comunale ha definitivamente approvato l’allegato sostenibile al regolamento edilizio.

Il nuovo regolamento edilizio sostenibile indica i criteri per costruire e ristrutturare i nuovi edifici a Rezzato secondo i principi di sostenibilità ambientale, risparmio energetico, riduzione consumi di acqua, bioedilizia, valorizzazione del verde.

L’assessore all’ecologia Emanuela Ogna ha sottolineato che questo documento, redatto nell’ambito del piano d’azione previsto dal "Patto dei Sindaci" a cui Rezzato ha aderito, è uno strumento importantissimo per rendere il paese sempre più attento all’ambiente.

Il nuovo regolamento prevede alcune importanti prescrizioni obbligatorie, mentre altre sono facoltative e suggerite: per chi deciderà di seguire queste indicazioni ci saranno dei "punti" che permetteranno di avere degli sconti sugli oneri di urbanizzazione: un modo per aiutare concretamente chi si impegna di più. Gli sconti saranno più forti (raggiungendo il 50%) fino a fine 2014, per aiutare la partenza delle nuove regole e saranno maggiori per le ristrutturazioni piuttosto che per i nuovi edifici.

Alcuni esempi di ciò che il regolamento prevede: a Rezzato le nuove costruzioni saranno almeno in classe energetica B come nelle esperienze più avanzate, saranno incentivati il recupero delle acque piovane, le pareti verdi o ventilate, si favorirà la costruzione con materiali naturali, la produzione di energia da fonti rinnovabili e l’isolamento acustico, etc…

Innovazioni che, oltre a migliorare l’ambiente, daranno nel tempo risparmi sulle bollette e renderanno gli edifici più confortevoli per chi li abiterà o userà.

La Giunta ha inoltre modificato gli oneri anche per altri aspetti, introducendo uno sconto del 15% per chi interviene nei centri storici del paese e adeguando il resto esclusivamente all’inflazione.

“Presentando il PGT – spiega l’assessore all’urbanistica Giorgio Gallina – dissi che gli obiettivi scritti nel piano non sarebbero rimasti solo parole, ma sarebbero diventati azioni e scelte precisi e concreti: in un mese ciò è diventato vero per due aspetti per noi molto importanti, la sostenibilità ambientale ed il recupero dei centri storici, temi che mettono insieme il futuro e le radici della nostra comunità”.

“Queste agevolazioni –continua Gallina-, unite alle detrazioni statali del 50% sulle spese per le ristrutturazioni e del 65% per gli interventi sull’efficienza energetica, costituiscono una occasione unica per chi in questo momento avesse la possibilità di investire, aiutando anche a creare posti di lavoro. Si parla tanto di green economy per uscire dalla crisi: ecco due esempi di ciò che si può fare”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Continuate così e lasciate perdere chi ha tempo da buttare a continuare a criticarvi sulla vostra pagina FB sempre con gli stessi argomenti, gli stessi toni, le stesse notizie, fotografie trite e ritrite.
    State cambiando in meglio il paese

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome