Prostituzione a San Zeno: chiusa un’altra casa a luci rosse gestita da due trentenni cinesi

0

L’ennesimo centro massaggi, che celava una casa di prostituzione, è stato scoperto dai carabinieri della compagnia di Brescia a San Zeno Naviglio. Il centro è stato posto sotto sequestro preventivo, mentre , due donne cinesi sono finite in custodia cautelare. Nel corso delle perquisizioni, scrive il Corsera, sono stati trovati 20 mila euro. Le donne, di 35 e 34 anni sono agli arresti domiciliari. L’indagine è iniziata nell’ottobre 2012, tempo che ha consentito ai carabinieri di raccogliere elementi probatori sia con attività di osservazione diretta sia con le numerosissime testimonianze raccolte dai clienti.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Impariamo dalle altre nazioni a noi vicine, vedi Germania. Da loro tutto è stato legalizzato e tutto è controllato sanitariamente e pure fiscalmente, visto che pagano pure le tasse. Siccome non si potrà mai togliere questo, almeno lo si tolga dalle strade ed avvengano controlli e tutto legalizzato.
    In un paese come l’Italia che pensa di essere uno tra i primi paesi civilizzati, purtroppo NON VOGLIAMO affrontare questo problema. Siamo BIGOTTI e MORALISTI.
    Cosi facendo toglieremmo tutto ciò che c’è di negativo in un mondo che ci piaccia o no esiste.
    Possibile che quando dobbiamo adeguarci al resto d’Europa per introdurre tasse siamo i primi e quando sono da risolvere questi problemi ci nascondiamo dietro i soliti discorsi da persone moraliste!!!
    Il mondo è cambiato, adeguiamoci. In più avremmo altri posti di lavoro, il tutto controllato…e sparirebbero tutte queste associazioni criminali dedite allo sfruttamento.
    Una domanda mi vorrei farvi: "siete così sicuri che tutte le donne che fanno questo lavoro lo fanno perché sfruttate?"

LEAVE A REPLY