Bonardi (Fdi): “Basta personalismi. Riuniamo il centrodestra bresciano per tornare a vincere”

0

Con un comunicato l’esponente di Fratelli d’Italia Flavio Bonardi analizza la sconfitta bresciana del centro destra e invita tutti i movimenti di quella corrente ad unirsi e discutere per creare un nuovo centro destra bresciano capace di tornare a vincere la Loggia nel 2018.

DI SEGUITO IL TESTO DEL COMUNICATO:

Dopo la sconfitta elettorale delle ultime settimane- e dopo aver “riposato” e se vogliamo anche riflettuto personalmente su quanto accaduto – è tempo di ricominciare, ricostruendo un nuovo centro destra bresciano, più attento alle esigenze della città e di tutti i cittadini. Questo deve essere lo spirito che dovrà rianimare i partiti dal PdL, alla Lega, passando per Fratelli d’Italia, giungendo all’UDC, ai Pensionati, alla Civica per Paroli, al PLI raggiungendo tutti quei partiti e movimenti che si riconoscono nel centro destra.

Si possono invocare tutte le ‘rivoluzioni’ possibili ed immaginabili per risalire la china, ma se non si mettono da parte i personalismi che hanno segnato gli ultimi anni, tutto risulterà vano.

Dovremo immaginare un percorso unitario nel senso di convogliare energie e risorse verso l’obiettivo che è ancora alla portata: la riconquista del Comune di Brescia nel 2018!

La disaggregazione del centrodestra ha prodotto un difetto di operatività che può essere colmato solo se tutte le componenti ritroveranno uno spirito di fattiva collaborazione scacciando le tentazioni correntizie, letali al punto di creare discrepanze da rendere antagoniste perfino elettoralmente forze che dovrebbero andare tutte dalla stessa parte con obiettivi comuni.

Auspico che i partiti e soprattutto le persone dei partiti possano pensare, entro il mese di settembre 2013, di realizzare gli “Stati generali del Centro Destra Bresciano”, sia per analizzare le ragioni che ci hanno portato alla sconfitta sia per programmare il futuro politico con uno sguardo verso il futuro.

Nessuno del centro destra può dirsi disinteressato rispetto al fallimento politico, non dato solo, come qualcuno ha affermato, da responsabilità del sindaco, ma di tutta la classe dirigente, sottoscritto compreso. Insomma, si ritorni – dopo le polemiche – a ragionare sui programmi, a confrontarsi sulle prospettive politiche e soprattutto a far comprendere ai bresciani che le idee del centro destra non sono poi così negative come qualcuno vuole far credere.

Forse, e dico forse, gli elettori apprezzerebbero un “mea culpa” e probabilmente ne guadagnerebbe tutto il centrodestra.

Il mio, dunque, è un invito affinché il buono che c’è nei partiti di centro destra “venga fuori” e sappia essere un segno nuovo e tangibile di una politica che non pensa solo alle poltrone, ma che guarda, anche dopo una sconfitta, ad essere realtà propositiva con l’amministrazione comunale attuale, e in grado di offrire progetti nuovi per il futuro di Brescia.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E pensarci un pò prima alla mania di grandezza, e fare gioco di squadra sarebbe stata cosa utile ….bisognava pensarci prima e non dopo , ora andate a lavorare come comuni mortali , riflettete su tutti gli errori e al prossimo giro mettetevi alla finestra e guardate le persone sincere e leali .

  2. OBIETTIVO DICHIARATO "ricostruendo un nuovo centro destra bresciano più attento alle esigenze della città e di tutti i cittadini".
    Bastava pensarci prima. E invece, vedi per esempio MOVIDA DEL CARMINE", avete bistrattaTo, deriso, umiliato tutti i residenti alla faccia della TUTELA DEI DIRITTI DEI CITTADINI. Ma CHI ha amministrato per 5 anni puo’ consentire, in una città civile quale ritengo sia Brescia, di ridurre un quartiere in queste condizioni?

  3. Povero Bonardi. Adesso cerca di ricostruire il centro destra. Ma con che voce in capitolo; Febbraio 2013 candidato alle regionali: non eletto; Maggio 2013 candidato al Comune di Brescia; non eletto.
    Penso che il sig. Bonardi di riflettere ne abbia bisogno ancora per un po’ di tempo. Buona fortuna.

  4. Mi occupo di Formazione e Progettazione Corsi per un Ente di Formazione accreditato dalla Regione Lombardia e collaboro con alcune realtà no-profit in veste di Coordinatore: così scrive Flavio Bonardi sul suo curriculum. Ci dica esattamente per conto di chi è libero professionista ovvero dove è dipendente così nessuno potrà dire che campa solo di politica. Grazie.

  5. Spero che non lavori all’ente di formazione con lo stesso spirito della Movida. Se fosse così direi poveri noi oltre a non fare più l’assessore conviene andare a fare il taglia legna così, si spera, non fai danni.

  6. FLavio Bonardi ti consiglio di andare a lavorare in fabbrica, solo allora potrai riempirti la bocca con la parola lavoro, voi ex amministratori di cinque anni di pasticci dimostrazioni d’incapacità dovreste vergognarvi!!!!!!!!! !!!!

  7. FLavio Bonardi ti consiglio di andare a lavorare in fabbrica, solo allora potrai riempirti la bocca con la parola lavoro, voi ex amministratori di cinque anni di pasticci dimostrazioni d’incapacità dovreste vergognarvi!!!!!!!!! !!!!

  8. FLavio Bonardi ti consiglio di andare a lavorare in fabbrica, solo allora potrai riempirti la bocca con la parola lavoro, voi ex amministratori di cinque anni di pasticci dimostrazioni d’incapacità dovreste vergognarvi!!!!!!!!! !!!!

  9. Caro Bonardi sai benissimo che la colpa principale della disfatta bresciana é di Adriano Paroli e di FAbio rolfi che hanno fatto i loro interessi per 4 anni e mezzo e l’utimo mezzo anno si sono accorti che c’era una città incazzata con loro!

  10. Lei non si considera incluso tra le persone che critica? ! A me sembra che debba andarsene anche lei, come le hanno indicato gli elettori.

  11. Se avesse letto bene l’ho scritto: "Nessuno del centro destra può dirsi disinteressato rispetto al fallimento politico, non dato solo, come qualcuno ha affermato, da responsabilità del sindaco, ma di tutta la classe dirigente, sottoscritto compreso…". Pronto a fare il passo indietro se si lavora per costruire un progetto serio. Disponibile a lavorare se me lo consentiranno. E il risultato elettorale, personale, non è stato così negativo come lei sostiene…purtroppo ha perso il sindaco e di conseguenza tutti…

  12. Ad un "pesciaiuolo" come me qualcuno disambigui e spieghi (reclutamento,assunz ione, titoli, mansioni eccetera eccetera)l’espressio ne: ma io lavoro da sempre in un Ente di Formazione.In cambio regalo questo aforisma:La sconfitta è l’igiene della casta.

  13. Io da ex PdL auspico che si faccia un grande partito di centro destra, mi auguro che la proposta di Bonardi venga presa in seria considerazione da tutti i politici bresciani.

  14. ma la volete capire sia tu che Mario Labolani che avete perso le elezioni e voi siete fra gli artefici di questa sconfitta: via tutti te compreso! per una vera rinascita del centrodestra!

  15. Non so chi tu sia, io mi chiamo Andrea Podetta, abito a Brescia e ho chiesto all’allora presidente della circoscrizione Flavio Bonardi, un intervento forte di sicurezza. Ha fatto un sopralluogo con il commissario della polizia locale dr. Natoli (non ricordo il nome di battesimo) e con il commissario della polizia di stato dr. Stefano Ravel, e nel giro di due mesi hanno risolto la problematicita’. Ecco, io credo che persone come Bonardi facciano bene al centro-destra, e auspico possa avere ancora spazio nel futuro.

LEAVE A REPLY