Teorema e Università di Brescia insieme per creare innovazione

0
Bsnews whatsapp

Teorema rubinetterie, storica azienda bresciana ora parte di WTS Group, ha stretto nei mesi scorsi un’importante sinergia con la facoltà di ingegneria dell’ateneo bresciano. Oggetto della collaborazione sono stati lo studio, la progettazione ed il collaudo dei miscelatori della serie Code. Il lavoro di ricerca, condotto dal laureando Simone Luchini con il supporto del docente relatore Ing. Luigi Solazzi, ha permesso l’elaborazione di prodotto – di altissima qualità progettuale ma molto conveniente nel prezzo – che Teorema ha inserito nel proprio catalogo prodotti. Per tutti i clienti dunque è oggi possibile scegliere un rubinetto di "eccellenza universitaria" nel segno però della convenienza. 

Nella tesi di Luchini è stato descritto l’intero iter progettuale, a partire dal concept iniziale fino ad arrivare alla progettazione e alla messa in produzione dei singoli componenti che costituiscono il rubinetto. Si è mostrato come l’integrazione della progettazione meccanica di un rubinetto con l’analisi delle sue prestazioni fluidodinamiche permetta di ottimizzare il progetto del rubinetto, evidenziando l’impatto che le scelte di progettazione meccanica avranno sulle prestazioni idrauliche del rubinetto prima della realizzazione di un prototipo. Tale fase diventa quindi molto importante se si vogliono ridurre i costi di prototipazione e i tempi di collaudo arrivando ad accelerare la messa in produzione del rubinetto. In questa tesi si è scelto di effettuare le analisi fluidodinamiche utilizzando il codice di calcolo AutoDesk Simulations, prodotto che appartiene alla stessa famiglia del programma utilizzato per la realizzazione del disegno CAD (AutoDesk Inventor) del prodotto; in questo modo il disegno della geometria viene importato automaticamente dal programma CAD senza dover procedere alla creazione di uno specifico file di input geometrico. I risultati delle simulazioni fluidodinamiche hanno portato alla luce possibili problemi nell’erogazione della portata di acqua attraverso la sezione di uscita del rubinetto che sono stati risolti andando ad intervenire sulla geometria interna del rubinetto. I risultati ottenuti numericamente sono stati riscontrati eseguendo una serie di test sperimentali al banco prova idraulico utilizzando appositi prototipi stampati in plastica ABS. Partendo dal concept iniziale del componente, sviluppato in collaborazione con il designer della serie CODE Andrea Zani, è stato mostrato nella tesi come è avvenuta la progettazione dell’intero rubinetto evidenziando come si sia proceduto per steps successivi all’individuazione della configurazione finale. Nella progettazione di tutti i componenti del rubinetto si è cercato di perseguire la politica della massima standardizzazione degli elementi del prodotto. In fase di definizione delle caratteristiche del prodotto la possibilità di avere un riscontro immediato di tipo numerico, anche se approssimato, delle prestazioni fluidodinamiche del rubinetto ha condotto allo sviluppo di tre diversi modelli di rubinetto. I tre modelli sono quindi stati realizzati e stampati in plastica ABS mediante prototipazione rapida e sono stati utilizzati in test idraulici al banco prova. Al termine dei test si è scelta la geometria ritenuta ottimale ed è stato prodotto il primo campione sul quale è stata effettuata la prova di portata. Il risultato raggiunto dal collaudo idraulico ha permesso di ottenere l’approvazione finale per la produzione del primo lotto dell’articolo lavabo Code.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI