Sportello immigrazione al collasso, la Prefettura tenta un piano di emergenza

2

Ha aggravato la già pesante situazione dei carichi di lavoro del Sui (Sportello unico dell’immigrazione) l’indagine della magistratura  che ha coinvolto 130 persone indagate per associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il prefetto Narcisa Brassesco Pace ha convocato le parti sociali per illustrare il piano che dal primo luglio cercherà di porre rimedio a questa emergenza. Come riporta il Giornale di Brescia al Sui sono assegnate dalla legge 11 persone e l’organico, in base alla tabelle ministeriali, «è al completo». Non è quindi possibile avere forze aggiuntive. Per questo la prefettura ha scritto a Regione, Provincia, Comune e Camera di commercio per chiedere loro di potenziare l’aiuto, ma senza avere ancora risposte affermative. L’idea è di distaccare per tre mesi (dall’1 luglio) il personale competente in questi enti, facendoli alternare al Sui. 

Comments

comments

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY