Park city card, ancora nessuna decisione dall’assessore Manzoni

0
Bsnews whatsapp

A fronte delle polemiche sulla Park City Card, riportate dalla stampa, l’assessore alle Politiche per la Mobilità, Federico Manzoni, ritiene doveroso ricostruire i termini della questione evidenziando che nessuna decisione è fino ad ora stata assunta. La Park City Card, quale strumento di riduzione del costo della sosta per i residenti in Città, fu prevista nell’ambito del Piano Sosta, approvato in Consiglio comunale nell’aprile 2009. Tuttavia, la sua concreta attivazione subì numerosi rinvii e solo due anni e mezzo più tardi (settembre 2011) divenne effettiva. Il Comune, con delibera di Giunta del febbraio 2011, si era impegnato a riconoscere a Brescia Mobilità un contributo annuo di un milione e mezzo di euro, quale compensazione dei minori introiti di Brescia Mobilità. Tale compensazione è stata però versata soltanto nel 2011, mentre per il 2012 e il 2013 nessuna risorsa è stata stanziata. Nei mesi scorsi, la precedente Amministrazione, pur a fronte delle sollecitazioni formalmente avanzate da Brescia Mobilità con nota del 28 marzo, "ha ritenuto di eludere la questione – si legge in una nota dell’assessore Manzoni -. E’ dunque evidente che si impone la necessità di affrontare con senso di responsabilità il tema, la cui soluzione è certo da ricercare con attenzione, ma senza negare l’evidenza".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. primi trenta giorni
    (UTENTE NON REGISTRATO)
    Non male come inizio: aggravi economici per i cittadini, sistemazioni viarie cancellate, problema Movida ulteriormente incancrenito, insediamenti abusivi, vendita di asset ecologici e dalle ottime performace, per fare cassa… e non abbiamo ancora fatto i conti con l’effetto catastrofico metropolitana! Il nuovo che avanza.

RISPONDI