Vendita centrali A2A, l’appello dei sindaci: auspichiamo un ripensamento

0

I Sindaci di Prevalle, Calvagese, Roè Vociano, Vobarno e Villa Carcina auspicano un ripensamento dell’operazione di vendita delle storiche centrali idroelettriche di A2A. Dopo Rolfi e Bordonali, a loro si unisce anche il Consigliere Comunale del Partito Democratico Aldo Boifava. 

DI SEGUITO IL COMUNICATO DEI SINDACI

Apprendiamo da un comunicato del gruppo A2A che le storiche centrali idroelettriche costruite da ASM sono state vendute alla società svizzera BKW. La notizia ci sorprende e ci amareggia.

E’ opportuno ricordare che quando a seguito della interrogazione presentata in Consiglio comunale  di Brescia dal consigliere del PD Aldo Boifava, A2A ha confermato la volontà di vendere le centrali in quanto ritenuti “non strategiche” i sindaci dei comuni interessati hanno interpellato A2A esprimendo la ferma contrarietà all’operazione di vendita e richiesto che prima di procedere ci fosse  il coinvolgimento dei comuni. Veniva ricordato inoltre che la vendita delle centrali appariva in contrasto con gli indirizzi della mozione approvata a grande maggioranza del Consiglio comunale di Brescia.

Prendendo atto che A2A ha ritenuto di procedere comunque alla vendita, senza tenere in alcun conto le nostre  richieste e sollecitazioni  confermiamo il nostro giudizio totalmente negativo sull’operazione che porta ad un ulteriore impoverimento del patrimonio pubblico ed alla penalizzazione economica del nostro territorio in una contingenza di grande criticità oltre alla cessione di asset di alto valore ambientale.

Auspicando un ripensamento dell’intera operazione i sottoscritti Sindaci si riservano di verificare che i diritti e le prerogative dei nostri Comuni vengano pienamente rispettate.

I Sindaci

Prevalle:Amilcare Ziglioli

Calvagese:Ivana Palestri

Roè Vociano:Emanuele Ronchi

Vobarno:Carlo Panzera

Villa Carcina:Gianmaria Giraudini

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY