Fossati detta legge tra gli under 14

    0

    A un mese esatto dalla conclusione dell’edizione numero sei degli Internazionali femminili, al Tennis Forza e Costanza di Brescia sono appena andate in archivio altre due manifestazioni fra le più importanti dell’anno: le qualificazioni maschili ai Campionati italiani under 14 e la tappa del Circuito Visconteo per Over 45. Due prove, disputate in contemporanea, che hanno accolto i migliori giovani e i più forti veterani (di quarta categoria) della Lombardia, regalando due settimane di grande spettacolo. Sui campi in cemento di Via Signorini si sono date battaglia trentadue promesse del movimento lombardo, a caccia del pass per i Campionati tricolori in scena al Circolo Tennis Bari dal 2 all’8 settembre. Alla fine il successo è  andato al comasco Carlo Alberto Fossati, classificato 3.3 e grande favorito della vigilia, che ha messo tutti in fila senza difficoltà, facendo leva su un servizio già molto incisivo. Ultimo a cadere il bergamasco Lorenzo Foresti, capace di eliminare ai quarti la seconda testa di serie Christian Migliorini, ma non di contrastare la grande superiorità di Fossati. Per Foresti c’è comunque un posto agli Italiani, come anche per Nicolò Crespi, che nello scontro diretto fra i due semifinalisti ha sconfitto Marco Andriollo per 7-6 6-0.

    Titolo a sorpresa invece nella tappa del Circuito Visconteo, tour regionale di tornei di quarta categoria aperti a giocatori dai 45 anni in avanti, passato per la prima volta dai campi del Castello. A vincere è stato il 4.2 Giorgio Dalla Bona, 49enne del club ospitante, partito a fari spenti ma bravo a vincere sei incontri e a sbaragliare la concorrenza di ben quindici giocatori meglio classificati di lui. Fra questi anche Luigi Ferrandi, altro atleta del Tennis Forza e Costanza, giunto all’ultimo atto con una facilità disarmante ma fermato sul più bello da Dalla Bona. Già campione provinciale di quarta categoria di doppio nel 2011, quest’ultimo l’ha spuntata in rimonta per 4-6 6-3 6-2, mettendo la ciliegina sulla torta a due settimane da ricordare.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY