Sopressione treni Milano-Venezia, Parolini (Pdl): altro che tagli, bisognerebbe incrementarli

0
Bsnews whatsapp

“La scelta di Regione Veneto e Trenitalia evidenzia una grave miopia nei confronti dei lavoratori bresciani. I treni cancellati sono, infatti, utilizzati dai pendolari per recarsi a Milano e l’unico risultato sarà quello di costringere, chi può, a ricorrere alle “Frecce bianche”, molto più costose e che non fermano nelle stazioni di Rovato, Chiari, Treviglio e Pioltello utilizzate da molti pendolari.” Questo il commento del capogruppo del Popolo della Libertà in Regione Lombardia, Mauro Parolini, di fronte alla soppressione, a partire da dicembre 2013, di quattro coppie di treni a lunga percorrenza nella tratta Venezia – Milano e ritorno decisa da Regione Veneto in accordo con Trenitalia.

“Di fronte a questa scelta del Veneto e di Trenitalia – spiega Parolini – ho già presentato un’interrogazione a risposta immediata al Presidente Maroni e all’Assessore lombardo alle Infrastrutture e mobilità, Maurizio Del Tenno, per conoscere quali azioni la Giunta intenda assumere per scongiurare la soppressione di questi treni, invitandoli al contrario a valutare un incremento del numero di convogli che collegano Venezia e Milano al momento insufficienti per rispondere alle esigenze del territorio.”

“In un contesto – conclude il capogruppo del Popolo della Libertà in Lombardia – in cui stiamo parlando di macroregione del nord e di potenziamento delle collaborazioni tra territori è assurdo porre steccati e barriere di confine tra regioni e soprattutto limitazioni alla mobilità dei lavoratori. Per questo nell’interrogazione ho posto anche a tema la necessità immediata che Trenitalia riequilibri il numero di fermate dei treni Freccia Bianca nelle stazioni di Desenzano e Peschiera. Al momento attuale, infatti, l’alternanza è applicata a sfavore di Desenzano proprio nelle fasce orarie d’interesse dei pendolari.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Utilizzo pochissimo il treno , ma non di meno , lo reputo fondamentale per il trasporto. Pertanto , per quello che può servire, do’ la massima solidarioetà a tutte quelle persone che , a seguito di questa scelta della regione Veneto, si troveranno in difficoltà a raggiungere il proprio posto di lavoro o la scuola….azzo: dicono di voler incentivare il trasporto du rotaie e poi fanno queste trovate….

  2. ogni giorno per lavoro prendo il treno a Treviglio per peschiera del garda + i spostamenti extra, cosa potrei fare con i nuovi treni…… cambiare lavoro…. oggi è impossibile! come me ogni giorno vedo centinaia di pendolari per studio e lavoro che pagano onestamente l’abbonamento. fate un po voi… è cosi che si combatte l’inquinamento !spingendo i pendolari a riprendere l’auto! aspettate la nuova linea per metterci i treni veloci e muovetevi a finirla

RISPONDI