Treni soppressi Mi-Ve, Rolfi(Lega): decisione incomprensibile da rivedere al più presto

0

Presentata oggi al Pirellone dai consiglieri regionali della Lega Nord, Fabio Rolfi e Donatella Martinazzoli un’interrogazione relativa alla notizia di una riorganizzazione del sistema di trasporti ferroviari veneto che cancellerebbe 4 coppie di treni a lunga percorrenza sulla tratta Venezia-Brescia-Bergamo-Milano.

“Una decisione a nostro avviso incomprensibile  – affermano Rolfi e Martinazzoli – che va rivista nel più breve tempo possibile, dato che finirà per penalizzare ulteriormente i pendolari bresciani e bergamaschi, obbligandoli fra l’altro ad utilizzare i treni Freccia Bianca con il relativo aggravio di costi. Si tratta di un taglio dei servizi non giustificabile su una tratta fondamentale per gli studenti e i lavoratori pendolari, che già devono sopportare notevoli disagi, fra ritardi, carrozze insufficienti e condizioni pessime dei vagoni. Per questo abbiamo presentato oggi un’interrogazione all’assessore regionale Del Tenno, dove chiediamo lumi sull’intera vicenda e quali iniziative si intendono intraprendere a tutela dei pendolari bresciani e bergamaschi. Sottolineiamo inoltre la necessità, direi a questo punto evidente, di sviluppare un tema fondamentale come quello dei trasporti ferroviari in un’ottica macroregionale.”

Comments

comments

1 COMMENT

  1. é il veneto che non vuol versare la sua parte. rolfi ne parli con i suoi amici che governano il veneto. altro che treno macro-regionali…..

  2. I leghisti ripetono come un mantra la parola "macroregione " come prima dicevano rosari di " padania padania " Risultati : ZERO Poltrone : un po’ di più.

  3. Il popolo lombardo inizia a raccogliere i frutti del progetto "macroregione"… Ma tanto chi paga è sempre il comune cittadino, per cui chissene…

LEAVE A REPLY